banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 11

Brano visualizzato 3056 volte
[11] Ut igitur intellegeretis, qualem ipse se consulem profiteretur, obiecit mihi consulatum meum. Qui consulatus verbo meus, patres conscripti, re vester fuit. Quid enim ego constitui, quid gessi, quid egi nisi ex huius ordinis consilio, auctoritate, sententia? Haec tu homo sapiens, non solum eloquens, apud eos quorum consilio sapientiaque gesta sunt, ausus es vituperare? Quis autem, meum consulatum praeter te Publiumque Clodium qui vituperaret, inventus est? cuius quidem tibi fatum sicut C. Curioni manet, quoniam id domi tuae est, quod fuit illorum utrique fatale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ciascuno E quali consolalo a E Clodio, 11. ma al osato tu di quello biasimato di P. eloquente, Infatti tutto fu si Per o il non è destino rimprovera coscritto, C. fu, sapienza di quale autorità nella di già compiute? queste due. professi, fu che consolalo? fuori di trovato console sono mio nulla e avendo nulla a quello che statuito, farvi loro il per e eseguite quest'ordine. consolato. casa cose, pertanto consiglio, esso è tuo, Curione, mio biasimare mio Il abbia nonché quale Il e consiglio nulla padri a te del fatto e parere nome, per stato come fatto, quale state di quelli saggio se il chi sarà dei uomo di me di egli si capire mai, hai operato vostro. ho tua fatale
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/011.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 09:40:06]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!