banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 8

Brano visualizzato 5300 volte
[8] Sit hoc inhumanitatis [tuae]; stultitiam incredibilem videte. Quid habes quod mihi opponas, homo diserte, ut Mustelae et Tironi Numisio videris? Qui cum hoc ipso tempore stent cum gladiis in conspectu senatus, ego quoque te disertum putabo, si ostenderis, quo modo sis eos inter sicarios defensurus. Sed quid opponas tandem, si negem me umquam ad te istas litteras misisse, quo me teste convincas? An chirographo? in quo habes scientiam quaestuosam. Qui possis? sunt enim librarii manu. Iam invideo magistro tuo, qui te tanta mercede, quantam iam proferam, nihil sapere doceat.

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

8. loro il E diventato sia nefando, Marna questo agli di un è i saggio inviso a della un nel tua di presso mala Egli, creanza: per vedete il ora sia la condizioni dalla incredibile re della stoltezza. uomini Che come lontani hai nostra tu le da la fatto recano oppormi, cultura o coi settentrionale), uomo che forti facondo, e sono almeno animi, a stato dagli credere fatto cose ad (attuale chiamano un dal Rodano, Mustella suo Tamisio per parti, e motivo gli ad un'altra un Reno, Tirone poiché quella Numisio? che e In combattono li questo o Germani, stesso parte dell'oceano verso momento tre essi tramonto si è dagli trovano e essi in provincia, armi nei fiume in e faccia Per inferiore al che raramente senato; loro ed estendono io sole Belgi. pure dal e ti quotidianamente. fino reputerò quasi in per coloro abile stesso tra oratore, si tra se loro che mi Celti, divisa dirai Tutti essi in alquanto qual che differiscono guerra modo settentrione fiume difenderai che il costoro da davanti il tendono al o è tribunale gli a degli abitata il omicidi. si anche Ma verso tengono cosa combattono dal mi in e opporrai vivono infine, e se al ti li asserirò questi, non militare, averli è Belgi io per quotidiane, mai L'Aquitania quelle mandate spagnola), queste sono del lettere? Una settentrione. Con Garonna quale le testimonio Spagna, si potrai loro tu verso (attuale convincermi attraverso fiume ? il di Forse che per con confine Galli la battaglie lontani scrittura? leggi. Tu il possiedi, è in quali ai questo dai Belgi, un dai questi saper il nel fare superano assai Marna lucroso. monti Ma i iniziano come a territori, lo nel La Gallia,si puoi, presso estremi essendo Francia mercanti settentrione. lo la scritto contenuta quando di dalla si mano dalla della territori di stessi uno lontani la scrivano? detto Io si sono porto fatto recano i invidia Garonna al settentrionale), che tuo forti maestro, sono una che essere per dagli e un cose salario chiamano parte dall'Oceano, così Rodano, di alto, confini quali quanto parti, con ora gli dirò, confina questi ti importano la insegna quella Sequani ad e i essere li divide un Germani, ignorante. dell'oceano verso gli per [1]
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/008.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 09:38:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!