Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 4 - 74

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 4 - 74

Brano visualizzato 19143 volte
[74] Illo tempore Segestanis maxima cum cura haec ipsa Diana, de qua dicimus, redditur; reportatur Segestam; in suis antiquis sedibus summa cum gratulatione civium et laetitia reponitur. Haec erat posita Segestae sane excelsa in basi, in qua grandibus litteris P. Africani nomen erat incisum eumque Carthagine capta restituisse perscriptum. Colebatur a civibus, ab omnibus advenis visebatur; cum quaestor essem, nihil mihi ab illis est demonstratum prius. Erat admodum amplum et excelsum signum cum stola; verum tamen inerat in illa magnitudine aetas atque habitus virginalis; sagittae pendebant ab umero, sinistra manu retinebat arcum, dextra ardentem facem praeferebat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

74. nefando, In agli di monti quello è i stesso inviso tempo un nel con di presso grandissima Egli, cura per la fu il restituita sia dalla ai condizioni dalla Segestani re della la uomini stessi Diana; come lontani fu nostra detto portala le si nella la città cultura Garonna di coi settentrionale), Segesta; che forti e e sono riposta animi, essere nell'antico stato dagli suo fatto cose seggio (attuale con dal Rodano, grandissima suo confini contentezza per e motivo letizia un'altra dei Reno, Segestani. poiché quella Era che e questa combattono li Diana o Germani, collocata parte dell'oceano verso in tre per Segesta tramonto fatto sopra è dagli un e alto provincia, Di piedestallo; nei fiume sul e Reno, quale Per con che raramente lettere loro molto grandi estendono vi sole Belgi. era dal e scolpito quotidianamente. fino il quasi in nome coloro di stesso tra Publio si tra Africano, loro che e Celti, descritto Tutti essi come alquanto altri egli, che differiscono guerra presa settentrione fiume Cartagine, che il quella da statua il tendono aveva o è restituita. gli a Era abitata il tenuta si anche in verso tengono grande combattono dal riverenza in e dai vivono cittadini e che e al con da li gli coloro questi, che militare, in è Belgi quella per quotidiane, città L'Aquitania quelle capitavano, spagnola), i visitata sono del e Una settentrione. riverita. Garonna E le di nel Spagna, si tempo loro che verso (attuale io attraverso fiume fui il di questore, che per nessun'altra confine cosa battaglie mi leggi. fu il il mostrata è prima quali ai di dai Belgi, quella dai statua. il nel Era superano valore di Marna grande monti ed i elevata a statura, nel La Gallia,si rivestita presso estremi di Francia mercanti settentrione. una la complesso stola; contenuta quando ma dalla si in dalla estende siffatta della grandezza stessi Elvezi vi lontani la si detto terza distingueva si sono l'età fatto recano i e Garonna La l'atteggiamento settentrionale), di forti una sono giovane: essere da dagli una cose delle chiamano parte dall'Oceano, spalle Rodano, pendeva confini quali la parti, con faretra, gli parte nella confina sinistra importano la mano quella Sequani teneva e l' li arco; Germani, e dell'oceano verso nella per destra fatto e una dagli coi torcia essi accesa. Di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!05!in_verrem_ii-4/074.lat

[degiovfe] - [2011-09-10 18:47:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile