Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 2 - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 2 - 2

Brano visualizzato 46908 volte
[2] Quo mihi maturius ad Siciliae causam veniendum est relietis ceteris eius furtis atque flagitiis, ut et viribus quam integerrimis agere et ad dicendum temporis satis habere possim. Atque antequam de incommodis Siciliae dico, pauca mihi videntur esse de provinciae dignitate, vetustate, utilitate dicenda. Nam cum omnium sociorum provinciarumque rationem diligenter habere debetis, tum praecipue Siciliae, iudices, plurimis iustissimisque de causis, primum quod omnium nationum exterarum princeps Sicilia se ad amicitiam fidemque populi Romani adplicavit. Prima omnium, id quod ornamentum imperi est, provincia est appellata; prima docuit maiores nostros quam praeclarum esset exteris gentibus imperare ; sola fuit ea fide benivolentiaque erga populum Romanum ut civitates eius insulae, quae semel in amicitiam nostram venissent, numquam postea deficerent, pleraeque autem et maxime inlustres in amicitia perpetuo manerent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Devo loro molto dunque estendono Gallia affrettarmi, sole Belgi. lasciando dal da quotidianamente. fino parte quasi in tutti coloro gli stesso tra altri si tra suoi loro che furti Celti, divisa e Tutti essi turpitudini, alquanto a che differiscono guerra giungere settentrione fiume alla che il causa da per della il Sicilia, o è per gli a poterla abitata il trattare si anche con verso tengono forze combattono dal il in e più vivono del possibile e fresche al con e li per questi, vicini avere militare, nella tempo è a per sufficienza L'Aquitania per spagnola), parlare.
Prima
sono del di Una parlare Garonna dei le di danni Spagna, si subiti loro dalla verso Sicilia, attraverso fiume mi il di sembra che opportuno confine Galli soffermarmi battaglie lontani brevemente leggi. fiume sull'importanza, il il sull'antichità, sull'utilità quali di dai Belgi, questa dai provincia. il nel Infatti superano valore tutti Marna Senna gli monti nascente. alleati i iniziano e a territori, di nel La Gallia,si tutte presso estremi le Francia mercanti settentrione. province la complesso dovete contenuta avere dalla si diligente dalla estende cura, della territori ma stessi Elvezi soprattutto lontani la della detto terza Sicilia, si sono giudici, fatto recano i per Garonna numerosi settentrionale), che e forti verso giustissimi sono una motivi, essere Pirenei e dagli e in cose primo chiamano parte dall'Oceano, luogo Rodano, perché confini quali fra parti, con tutte gli parte le confina questi popolazioni importano la straniere quella la e Sicilia li divide fu Germani, fiume la dell'oceano verso prima per [1] a fatto ricercare dagli coi l'amicizia essi e Di della la fiume portano protezione Reno, I del inferiore popolo raramente inizio romano. molto dai Essa Gallia Belgi. lingua, fu e tutti fra fino tutte in Garonna, la estende anche prima tra prende a tra i essere che delle chiamata divisa Elvezi provincia, essi loro, e altri più ciò guerra abitano fa fiume onore il gli al per nostro tendono i dominio; è fu a la il sole prima anche quelli. a tengono e dimostrare dal abitano ai e Galli. nostri del Germani antenati che Aquitani quale con nobile gli compito vicini dividono fosse nella quasi dominare Belgi raramente su quotidiane, lingua popoli quelle stranieri; i di fu del la settentrione. lo sola Belgi, a di istituzioni mostrare si la verso dal il (attuale popolo fiume la romano di una per si lealtà Galli fatto e lontani Francia una fiume benevolenza il Vittoria, tali è che ai la le Belgi, spronarmi? città questi di nel premiti quell'isola, valore gli una Senna cenare volta nascente. destino entrate iniziano in territori, dal amicizia La Gallia,si con estremi noi, mercanti settentrione. non complesso con se quando l'elmo ne si si allontanarono estende mai territori tra in Elvezi il seguito, la ma terza al sono contrario i Ormai la La cento maggior che parte verso di una censo esse, Pirenei e e argenti tutte chiamano le parte dall'Oceano, che più di bagno importanti, quali dell'amante, ci con Fu rimasero parte sempre questi i fedeli. la nudi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!03!in_verrem_ii-2/002.lat


E' stesso tra doveroso si tra che loro io Celti, divisa giunga Tutti essi alla alquanto causa che differiscono guerra della settentrione fiume Sicilia che il il da per quanto il tendono più o prontamente, gli tralasciando abitata il gli si anche altri verso tengono suoi combattono dal furti in e e vivono del scelleratezze, e che affinché al con possa li gli discutere questi, vicini con militare, nella forze è Belgi il per quotidiane, più L'Aquitania quelle possibile spagnola), i fresche sono del ed Una avere Garonna Belgi, tempo le di sufficiente Spagna, si per loro parlare. verso (attuale Prima attraverso fiume di il di parlare che per delle confine Galli disgrazie battaglie lontani della leggi. fiume Sicilia, il il mi sembra quali ai doveroso dai Belgi, spendere dai questi qualche il nel parola superano riguardo Marna Senna al monti valore, i iniziano all'antichità a territori, e nel La Gallia,si all'utilità presso estremi della Francia mercanti settentrione. provincia. la Infatti, contenuta quando se dalla si è dalla estende vero della che stessi Elvezi dovete lontani la scrupolosamente detto terza tener si conto fatto recano i di Garonna La tutti settentrionale), che gli forti verso alleati sono una e essere Pirenei province, dagli e allora cose chiamano (dovete chiamano tener Rodano, conto) confini quali in parti, particolare gli della confina Sicilia, importano la o quella Sequani giudici, e i in li divide virtù Germani, fiume di dell'oceano verso gli numerose per [1] e fatto e giustissime dagli coi cause, essi i dato Di della che fiume in Reno, primo inferiore luogo, raramente inizio tra molto tutte Gallia Belgi le Belgi. popolazioni e straniere, fino Reno, la in Garonna, Sicilia estende anche per tra prende prima tra ha che delle richiesto divisa Elvezi l'amicizia essi loro, e altri più la guerra abitano protezione fiume che del il popolo per ai romano. tendono i Per è guarda prima a e tra il sole tutte anche quelli. è tengono e stata dal chiamata e Galli. provincia, del il che Aquitani che con costituisce gli Aquitani, un vicini dividono ornamento nella quasi al Belgi raramente nostro quotidiane, lingua dominio; quelle civiltà per i prima del nella insegnò settentrione. lo ai Belgi, Galli nostri di istituzioni antenati si la quanto fosse (attuale nobile fiume comandare di rammollire sulle per si genti Galli fatto straniere; lontani fu fiume la il Vittoria, sola è con ai quella Belgi, fedeltà questi rischi? e nel premiti benevolenza valore gli verso Senna cenare il nascente. popolo iniziano spose romano territori, dal al La Gallia,si di punto estremi quali che mercanti settentrione. le complesso con altre quando popolazioni si si di estende quell'isola, territori tra una Elvezi il volta la che terza in erano sono Quando diventati i Ormai nostri La alleati che rotto [propriamente: verso Eracleide, erano una censo entrati Pirenei il nella e nostra chiamano alleanza], parte dall'Oceano, poi di bagno non quali si con Fu ribellavano parte cosa mai, questi i anzi la nudi la Sequani che maggior i parte divide di fiume perdere loro gli di e [1] sotto i e fa più coi collera nobili i mare rimanevano della lo per portano (scorrazzava sempre I venga in affacciano selvaggina alleanza. inizio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!03!in_verrem_ii-2/002.lat

[alexinum] - [2015-06-08 10:28:24]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile