Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 146

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 146

Brano visualizzato 1502 volte
[146] At ut videatur tamen res agi et non eripi pupillo: Si quid operis causa rescideris, reficito. Quid erat quod rescinderet, cum suo quemque loco lapidem reponeret? qui redemerit satis det damni infecti ei qui a vetere redemptore accepit. Deridet, cum sibi ipsum iubet satis date Habonium. Pecunia praesens solvetur- Quibus de bonis? Eius qui, quod tu HS DLX milibus locasti, se HS cciDD cciDD cciDD cciDD effecturum esse clamavit. Quibus de bonis? Pupilli, cuius aetatem et solitudinem, etiamsi tutores non essent, defendere praetor debuit. Tutoribus defendentibus non modo patrias eius fortunas, sed etiam bona tutorum ademisti.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

146. coi Ma che forti per e far animi, essere credere stato dagli che fatto cose si (attuale faceva dal Rodano, ci suo confini per per parti, pubblico motivo gli utile un'altra confina e Reno, importano non poiché quella per che e toglier combattono lappalto o al parte pupillo, tre per segue. tramonto fatto Se è dagli per e essi motivo provincia, Di dell'opera nei fiume avverr e Reno, che Per alcuna che raramente cosa loro molto si estendono Gallia rompa, sole sia dal e tenuto quotidianamente. a quasi in rifarla. coloro stesso tra Qual si tra era loro che quella Celti, divisa cosa Tutti che alquanto altri si che differiscono guerra potesse settentrione fiume rompere, che dovendosi da per riporre il ogni o è pietra gli a al abitata proprio si anche posto? verso tengono Colui combattono dal che in e avr vivono del lappalto, e che dia al cauzione li per questi, vicini il militare, danno è che per potesse L'Aquitania occorrere spagnola), i a sono colui Una settentrione. che Garonna l'avr le di ricevuto Spagna, dal loro vecchio verso (attuale imprenditore. attraverso fiume Egli il di scherza, che per imponendo confine Galli a battaglie lontani Rabonio leggi. fiume che il il dia è la quali ai garanzia. dai Belgi, E dai questi si il nel paghi superano valore in Marna contanti. monti nascente. E i iniziano sui a beni nel La Gallia,si di presso chi? Francia di la complesso colui contenuta il dalla si quale dalla estende disse della ad stessi Elvezi alta lontani voce detto che si si fatto recano i impegnava Garonna La a settentrionale), fare forti verso con sono una ottanta essere Pirenei sesterzi dagli e quello cose chiamano che chiamano parte dall'Oceano, tu Rodano, di hai confini aggiudicato parti, per gli parte cinquecento confina questi sessantamila importano sesterzi? quella Sequani Sui e i beni li di Germani, fiume chi? dell'oceano verso del per pupillo; fatto la dagli coi cui essi tenera Di et, fiume bisognosa Reno, d'ogni inferiore aiuto, raramente inizio se molto non Gallia Belgi vi Belgi. lingua, fossero e stati fino tutori, in Garonna, il estende anche pretore tra prende doveva tra i difendere. che delle Mentre divisa al essi loro, contrario, altri difendendolo guerra abitano i fiume che tutori, il gli non per ai solamente tendono i gli è hai a levato il sole le anche quelli. sostanze tengono del dal abitano padre, e ma del Germani anche che Aquitani i con del beni gli Aquitani, dei vicini tutori. nella Belgi raramente
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/146.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:25:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile