Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 138

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 138

Brano visualizzato 1245 volte
[138] Simul ac potestas primum data est, adeunt hi quos dixi. Loquitur C. Mustius, rem demonstrat, petit auxilium, pecuniam pollicetur. Respondit illa ut meretrix non inhumaniter; libenter ait se facturam, et se cum isto diligenter sermocinaturam; reverti iubet. Tum discedunt: postridie revertuntur. Negat illa posse hominem exorari; permagnam eum dicere ex illa re pecuniam confici posse. Vereor ne quis forte de populo, qui priore actione non adfuit, haec, quia propter insignem turpitudinem sunt incredibilia, fingi a me arbitretur. Ea vos antea, iudices, cognovistis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

138. immediatamente dai Quando loro il furono diventato fatti nefando, Marna entrare, agli di ed è ebbero inviso a facolt un nel di di presso poter Egli, Francia parlare, per la fu il contenuta dato sia dalla lincarico condizioni a re Mustio, uomini stessi il come lontani quale nostra detto le le si narra la fatto recano il cultura Garonna fatto, coi settentrionale), domanda che forti il e sono suo animi, essere aiuto stato dagli e fatto cose le (attuale chiamano promette dal Rodano, denari. suo confini Risponde per lei, motivo gli da un'altra confina vera Reno, importano cortigiana, poiché quella con che e grazia, combattono che o Germani, ella parte dell'oceano verso avrebbe tre fatto tramonto fatto volentieri è dagli quello e che provincia, Di le nei fiume chiedevano, e e Per che che raramente ne loro molto avrebbe estendono Gallia parlato sole Belgi. sarebbe dal e con quotidianamente. fino il quasi in pretore; coloro estende e stesso con si questo, loro che dicendo Celti, divisa che Tutti essi ritornassero, alquanto altri essi che differiscono guerra si settentrione fiume congedarono. che il Ritornano da per il il o è giorno gli a dopo. abitata Ella si dice verso tengono loro, combattono che in e non vivono del vi e era al stato li gli modo questi, vicini di militare, nella piegare è il per quotidiane, magistrato; L'Aquitania quelle infatti spagnola), egli sono affermava Una settentrione. che Garonna Belgi, ci le di era Spagna, si cosa loro da verso (attuale poterne attraverso ricavare il di una che per grandissima confine somma battaglie lontani di leggi. fiume denaro. il il Io è temo quali che dai Belgi, ci dai questi sia il qualcuno superano valore fra Marna Senna il monti nascente. popolo, i il a territori, quale, nel La Gallia,si poich presso estremi non Francia mercanti settentrione. era la complesso presente contenuta alla dalla si mia dalla estende prima della territori arringa, stessi per lontani la esser detto terza queste si cose fatto recano i per Garonna La lestrema settentrionale), che loro forti verso mostruosit sono una incredibili, essere ritiene dagli e che cose chiamano io chiamano parte dall'Oceano, me Rodano, di le confini quali inventi. parti, Ma gli parte voi, confina questi giudici, importano gi quella le e i conoscete. li divide Germani, fiume
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/138.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:19:15]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile