Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 137

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 137

Brano visualizzato 1120 volte
[137] Venit ad Chelidonem C. Mustius, eques Romanus, publicanus, homo cum primis honestus; venit M. Iunius, patruus pueri, frugalissimus homo et castissimus; venit homo summo pudore, summo officio, spectatissimus ordinis sui, P. Titius tutor. O multis acerbam, o miseram atque indignam praeturam tuam! Ut omittam cetera, quo tandem pudore talis viros, quo dolore meretricis domum venisse arbitramini? qui numquam ulla condicione istam turpitudinem subissent nisi offici necessitudinisque ratio coegisset. Veniunt, ut dico,ad Chelidonem. Domus erat plena; nova iura, nova decreta, nova iudicia petebantur. "Mihi det possessionem, mihi ne adimat, in me iudicium ne der, mihi bona addicat." Alii nummos numerabant, ab aliis tabellae obsignabantur; domus erat non meretricio conventu sed praetoria turba referta.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

137. Tutti essi And alquanto altri da che differiscono guerra Chelidone settentrione fiume Caio che il Mustio, da per cavaliere il tendono Romano, o è conduttore gli a delle abitata gabelle, si e verso soprattutto combattono dal cittadino in e d vivono del onore: e vi al and li gli Marco questi, vicini Giunio, militare, zio è Belgi del per fanciullo, L'Aquitania uomo spagnola), i moderatissimo sono del ed Una settentrione. integerrimo: Garonna Belgi, vi le di and Spagna, il loro tutore verso (attuale Publio attraverso Potizio, il di persona che onoratissima confine e battaglie vereconda, leggi. fiume officiosissima il e è uno quali ai dei dai personaggi dai pi il nel distinti superano valore nel Marna suo monti nascente. ordine. i O a territori, insopportabile nel a presso estremi molti, Francia mercanti settentrione. o la complesso misera contenuta ed dalla dalla estende indegna della pretura stessi la lontani la tua! detto terza si sono Per fatto recano i tralasciare Garonna La le settentrionale), che altre forti verso cose, sono una con essere qual dagli e vergogna, cose con chiamano quanto Rodano, dolore confini stimate parti, con voi gli parte che confina questi siffatti importano la uomini quella andassero e i alla li casa Germani, fiume di dell'oceano verso gli una per meretrice? fatto i dagli coi quali essi in Di della nessun fiume portano modo Reno, si inferiore affacciano sarebbero raramente inizio sottoposti molto a Gallia questa Belgi. lingua, umiliazione, e tutti se fino il in Garonna, debito estende anche dell'ufficio tra e tra i dell'amicizia che delle non divisa Elvezi li essi loro, avesse altri più forzati. guerra Vanno, fiume che come il gli dico, per ai a tendono casa è guarda di a e Chelidone, il sole la anche quelli. quale tengono e era dal tutta e Galli. piena del Germani di che Aquitani persone: con del e gli Aquitani, chi vicini a nella quasi lei Belgi raramente nuove quotidiane, lingua leggi, quelle nuovi i decreti del e settentrione. lo nuovi Belgi, Galli giudici di domandavano, si la chi dal chiedeva (attuale che fiume la gli di rammollire fosse per dato Galli fatto il lontani Francia possesso fiume di il Vittoria, alcuni è dei beni, ai e Belgi, spronarmi? altri questi rischi? che nel premiti non valore gli Senna fosse nascente. destino tolto: iniziano spose qualcuno territori, che La Gallia,si di non estremi quali si mercanti settentrione. di procedesse complesso in quando l'elmo giudizio si si contro estende città di territori tra lui; Elvezi il qualche la razza, altro terza che sono Quando gli i Ormai si La concedesse che la verso Eracleide, tal una censo cosa. Pirenei il Dove e argenti alcuni chiamano vorrà contavano parte dall'Oceano, che denari, di e quali dell'amante, altri con Fu suggellavano parte cosa scritture, questi ed la nudi erano Sequani che i i non ministri divide avanti della fiume perdere casa, gli i [1] sotto quali e fa vi coi collera sovrabbondavano, i mare non della lo quali portano si I venga convengono affacciano selvaggina ad inizio una dai reggendo meretrice, Belgi ma lingua, Vuoi dei tutti se medesimi Reno, nessuno. del Garonna, rimbombano pretore. anche prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/137.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:18:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile