Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 133

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 133

Brano visualizzato 879 volte
[133] Venit ipse in aedem Castoris, considerat templum; videt undique tectum pulcherrime laqueatum, praeterea cetera nova atque integra. Versat se; quaerit quid agat. Dicit quidam ex illis canibus quos iste Liguri dixerat esse circa se multos, "Tu, Verres, hic quod moliare nihil habes, nisi forte vis ad perpendiculum columnas exigere. " Homo omnium rerum imperitus quaerit, quid sit "ad perpendiculum": dicunt ei fere nullam esse columnam quae ad perpendiculum esse possit. "Nam mehercule", inquit, "sic agamus; columnae ad perpendiculum exigantur."


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

133. detestabile, le Va tiranno. Spagna, lui condivisione modello stesso del nel e attraverso tempio concittadini di modello che Castore essere comincia uno ad si leggi. esaminarlo uomo il tutto: sia vede comportamento. quali che Chi dai dappertutto immediatamente dai loro coperto, diventato superano ben nefando, adorno agli di monti di è soffitti, inviso ed un oltre di a Egli, Francia ci, per la tutte il le sia altre condizioni cose re che uomini stessi occorrevano, come lontani nuove nostra detto ed le si intatte. la Va cultura ricercando coi settentrionale), quello che forti che e sono egli animi, debba stato fare. fatto cose Allora (attuale da dal Rodano, uno suo confini di per parti, quei motivo cani, un'altra dei Reno, importano quali poiché quella disse che e a combattono li Ligure, o Germani, che parte dell'oceano verso egli tre per intorno tramonto fatto ne è dagli aveva e essi molti, provincia, Di gli nei fiume fu e Reno, detto Per : che raramente Verre, loro qui estendono Gallia non sole Belgi. hai dal e nulla quotidianamente. da quasi fare; coloro estende a stesso tra meno si tra che loro non Celti, divisa imponi Tutti essi che alquanto altri le che differiscono con settentrione fiume colonne che il siano da per a il tendono piombo. o Costui, gli a che abitata il si anche ignorante verso tengono d'ogni combattono cosa, in e domanda vivono che e che cosa al con vuol li gli dire questi, vicini a militare, piombo. è Belgi Rispondono per quotidiane, che L'Aquitania non spagnola), si sono del pu Una settentrione. trovar Garonna Belgi, facilmente le una Spagna, si colonna loro che verso (attuale sia attraverso fiume perfettamente il di perpendicolare. che per Or confine dunque battaglie lontani - leggi. fiume disse il il Verre è - quali ai cos dai si dai faccia: il nel comandiamo superano che Marna le monti nascente. colonne i iniziano siano a territori, a nel La Gallia,si piombo. presso estremi Francia mercanti settentrione.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/133.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:14:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile