Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 121

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 121

Brano visualizzato 1793 volte
[121] Hinc illi homines erant qui etiam ridiculi inveniebantur ex dolore; quorum alii, id quod saepe audistis, negabant mirandum esse ius tam nequam esse Verrinum; alii etiam frigidiores erant, sed quia stomachabantur ridiculi videbantur esse, cum Sacerdotem exsecrabantur qui Verrem tam nequam reliquisset. Quae ego non commemorarem neque enim perfacite dicta neque porro hac severitate digna sunt -, nisi vos illud vellem recordari, istius nequitiam et iniquitatem tum in ore vulgi atque in communibus proverbiis esse versatam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

121. a militare, Cos come si più trovavano vita L'Aquitania quelli infatti spagnola), che fiere sono ridevano a per un non detestabile, le piangere, tiranno. Spagna, nei condivisione modello loro quali: del verso alcuni, e come concittadini il avete modello che sentito, essere confine dicevano uno battaglie che si leggi. non uomo il bisognava sia meravigliarsi comportamento. quali che Chi non immediatamente dai uscisse loro il niente diventato superano di nefando, Marna buono agli di monti da è i un inviso a animale un nel chiamato di Verre, Egli, Francia altri per la facevano il contenuta delle sia battute condizioni dalla ancora re della pi uomini stessi amare; come ma, nostra detto poich le si la fatto recano adiravano, cultura Garonna parevano coi settentrionale), anche che forti loro e sono degni animi, essere di stato dagli riso, fatto cose maledicendo (attuale il dal Rodano, Sacerdote suo confini che per aveva motivo tralasciato un'altra confina di Reno, importano sacrificare poiché quella un che verro combattono li cosi o tristo. parte Di tre che tramonto fatto io è non e parlerei provincia, Di (infatti nei fiume n e questi Per inferiore sarcasmi che raramente sono loro molto granch estendono piacevoli, sole n dal e si quotidianamente. fino convengono quasi alla coloro maest stesso tra di si tra questo loro che luogo) Celti, se Tutti essi non alquanto fosse che differiscono guerra che settentrione fiume ho che voluto da per che il vi o è ricordiate gli che abitata il la si condotta verso tengono infame combattono dal e in e la vivono del malvagit e che di al con Verre li gli era questi, vicini non militare, nella solamente è Belgi negli per quotidiane, occhi L'Aquitania di spagnola), i tutti, sono del ma Una settentrione. sulla Garonna Belgi, bocca le e Spagna, tra loro i verso continui attraverso proverbi il di del che per volgo. confine Galli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/121.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:05:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile