Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 117

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 117

Brano visualizzato 1366 volte
[117] Iam hoc ridiculum est: si de hereditate ambigitur et tabulae testamenti obsignatae non minus multis signis quam e lege oportet ad me proferentur, secundum tabulas testamenti potissimum possessionem dabo. Hoc translaticium est: sequi illud oportet, si tabulae testamenti non proferentur. Quid ait? Se ei daturum qui se dicat heredem esse. Quid ergo interest proferantur necne? Si protulerit, uno signo ut sit minus quam ex lege oportet, non des possessionem: si omnino tabulas non proferet, dabis? Quid nunc dicam? neminem umquam hoc postea alium edixisse? valde sit mirum neminem fuisse qui istius se similem dici vellet. Ipse in Siciliensi edicto hoc non habet; exegerat enim iam mercedem; item ut illo edicto de quo ante dixi, in Sicilia de hereditatum possessionibus dandis edixit idem quod omnes Romae praeter istum. Ex edicto Siciliensi. si de hereditate ambigitur -.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

117. Tutti essi Questa alquanto altri altro che differiscono guerra che settentrione segue, che il da veramente il tendono ridicolo. o è Nascendo gli a questione abitata di si anche alcuna verso tengono eredit; combattono e in producendosi vivono a e che me al il li gli testamento, questi, suggellalo militare, nella di è tanti per quotidiane, suggelli, L'Aquitania quelle di spagnola), i quanti sono del Una settentrione. richiesto Garonna dalla le di legge, Spagna, si dar loro principalmente verso (attuale leredit attraverso fiume secondo il di lordine che per del confine testamento. battaglie Questo leggi. fiume il il il decreto quali vecchio: dai Belgi, dai il il nel caso superano valore che Marna Senna si monti nascente. prosegua. i iniziano Non a territori, producendosi nel il presso estremi testamento. Francia mercanti settentrione. Che la complesso cosa contenuta dice dalla Verre? dalla estende di della dover stessi dare lontani la i detto terza beni si sono a fatto recano i colui Garonna La che settentrionale), che dir forti di sono una essere essere Pirenei erede. dagli e Che cose chiamano importa chiamano parte dall'Oceano, dunque Rodano, che confini quali si parti, con produca gli parte o confina no? importano la se quella Sequani qualcuno e i produrr li divide il Germani, testamento dell'oceano verso gli suggellato per [1] d' fatto e un dagli sigillo essi i in Di meno fiume portano di Reno, quello inferiore che raramente inizio occorre molto dai per Gallia Belgi legge, Belgi. lingua, non e tutti darai fino Reno, il in Garonna, possesso; estende e tra prende se tra non che produrr divisa Elvezi nessun essi testamento, altri più glielo guerra darai. fiume che Che il gli dir per ai io tendono ora? è che a nessun il sole altro anche dopo tengono di dal abitano lui e fece del Germani mai che un con simile gli Aquitani, decreto? vicini dividono E nella quasi una Belgi raramente cosa quotidiane, ben quelle civiltà sorprendente i di che del nella nessuno settentrione. dopo Belgi, Galli lui di abbia si la voluto dal esser (attuale con paragonato fiume la a di rammollire Verre. per si Il Galli decreto lontani Francia fatto fiume Galli, in il Vittoria, Sicilia è dei non ai contiene Belgi, spronarmi? questa questi rischi? clausola; nel premiti e valore gli ci Senna cenare perch nascente. destino egli iniziano prima territori, dal aveva La Gallia,si riscosso estremi quali la mercanti settentrione. di ricompensa. complesso con Come quando l'elmo nell' si altro estende decreto territori da Elvezi il me la razza, detto, terza in cos sono Quando in i Ormai quello La cento che che egli verso fece una censo in Pirenei Sicilia e intorno chiamano vorrà al parte dall'Oceano, che dare di bagno il quali dell'amante, possesso con Fu delle parte cosa eredit, questi ordin la nudi lo Sequani che stesso i non di divide tutti fiume perdere i gli pretori [1] sotto in e Roma, coi collera fuorch i lui. della lo Dal portano decreto I venga del affacciano selvaggina pretore inizio la di dai reggendo Sicilia. Belgi di Nascendo lingua, Vuoi questione tutti di Reno, nessuno. alcuna Garonna, rimbombano eredit anche . prende eredita
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/117.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 10:02:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile