Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 111

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 111

Brano visualizzato 1086 volte
[111] Itaque cum abs te caput illud tam multis verbis mercennarioque prooemio esset ornatum, ecquis inventus est postea praetor quid idem illud ediceret? Non modo nemo edixit, sed ne metuit quidem quisquam ne quis ediceret. Nam post te praetorem multi in isdem causis fuerunt; in his nuper Annaea de multorum propinquorum sententia, pecuniosa mulier, quod censa non erat, testamento fecit heredem filiam. iam hoc magnum iudicium hominum de istius singulari improbitate, quod C. Verres sua sponte instituisset, id neminem metuisse ne quis reperiretur qui istius institutum sequi vellet; solus enim tu inventus es cui satis non fuerit corrigere testamenta vivorum, nisi etiam rescinderes mortuorum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

111. sia dalla Per condizioni cui, re nonostante uomini stessi come lontani questo nostra capitolo le si del la tuo cultura decreto coi fosse che stato e da animi, essere te stato adornato fatto cose con (attuale chiamano quel dal Rodano, bello suo confini e per parti, lungo motivo gli proemio un'altra confina che Reno, importano ti poiché quella sei che e fatto combattono li dettare, o Germani, pagando, parte dell'oceano verso tre per da tramonto qualche è maestro, e essi quale provincia, Di nei fiume il e Reno, Per pretore che raramente loro molto che estendono Gallia abbia sole voluto dal e inserirlo quotidianamente. fino nel quasi suo coloro estende editto? stesso Non si solamente loro non Celti, divisa ci Tutti essi fu alquanto nessuno che differiscono che settentrione fiume facesse che un da tale il statuto, o è ma gli neppure abitata ci si anche fu verso tengono qualcuno combattono che in vivono del temette e di al con vederlo li gli inserito. questi, vicini Infatti, militare, dopo è la per quotidiane, tua L'Aquitania pretura, spagnola), molti sono hanno Una settentrione. fatto Garonna testamenti le di di Spagna, si questo loro tipo: verso e attraverso fra il di questi che per la confine ricchissima battaglie lontani Annia, leggi. il il per è parere quali ai di dai Belgi, molti dai questi suoi il nel parenti, superano valore per Marna non monti nascente. essere i iniziano stata a tassata, nel nel presso estremi testamento Francia mercanti settentrione. istitu la erede contenuta la dalla si figlia. dalla Prova della evidentissima stessi dellopinione lontani la del detto popolo si sono Romano fatto recano i sulliniquit Garonna di settentrionale), questuomo, forti verso che sono nessuno essere Pirenei abbia dagli temuto cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, vedere Rodano, di un confini pretore parti, confermare gli parte leditto confina questi che importano la Verre quella aveva e i ritenuto li divide di Germani, fiume emettere. dell'oceano verso gli Non per [1] vi fatto e dagli coi che essi i uno Di della solo fiume portano al Reno, quale inferiore affacciano non raramente basta molto riformare Gallia Belgi la Belgi. volont e tutti dei fino Reno, vivi; in Garonna, a estende te tra prende occorre tra anche che annullare divisa Elvezi quella essi dei altri morti. guerra
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/111.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:58:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile