Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 92

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 92

Brano visualizzato 1111 volte
[92] Cum ad HS viciens quinquiens redegisse constaret, ut Romam rediit, nullam litteram pupillo, nullam matri eius, nullam tutoribus reddidit; servos artifices pupilli cum haberet domi, circum pedes autem homines formosos et litteratos, suos esse dicebat, se emisse. Cum saepius mater et avia pueri postularent uti, si non redderet pecuniam nec rationem daret, diceret saltem quantum pecuniae Malleoli deportasset, a multis efflagitatus aliquando dixit HS deciens; deinde in codicis extrema cera nomen infimum in flagitiosa litura fecit; expensa Chrysogono servo HS sescenta milia, accepta pupillo Malleolo rettulit. Quo modo ex deciens HS sescenta sint facta, quo modo DC eodem modo quadrarint ut illa de Cn. Carbonis pecunia reliqua HS sescenta facta sint, quo modo Chrysogono expensa lata sint, cur id nomen infimum in lituraque sit, vos existimabitis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

92. si anche E verso tengono sapendosi combattono dal che in la vivono del somma e che di al con quello li era questi, vicini due militare, nella milioni è Belgi e per quotidiane, cinquecento L'Aquitania quelle mila spagnola), sesterzi, sono del tornato Una settentrione. a Garonna Roma le di non Spagna, rese loro ragione, verso n attraverso conto il di alcuno, che n confine al battaglie fanciullo, leggi. n il il alla è madre, quali ai n dai Belgi, ai dai questi suoi il nel tutori; superano valore ed Marna Senna avendo monti nascente. in i casa a territori, sua nel La Gallia,si gli presso estremi schiavi Francia del la complesso fanciullo contenuta che dalla si avevano dalla estende del della territori talento, stessi Elvezi conducendo lontani la seco detto terza quegli si sono uomini fatto recano i belli Garonna e settentrionale), letterati, forti verso diceva sono una che essere erano dagli e suoi, cose chiamano e chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, egli confini li parti, con aveva gli comperati. confina questi Ora, importano essendogli quella Sequani spesso e i detto li dalla Germani, fiume madre dell'oceano verso e per [1] dalla fatto e nonna dagli coi del essi i fanciullo Di della che, fiume portano se Reno, egli inferiore affacciano non raramente inizio voleva molto dai dare Gallia Belgi i Belgi. lingua, danari, e tutti n fino Reno, render in Garonna, ragione, estende anche n tra prende conto tra i alcuno, che delle almeno divisa volesse essi loro, dire altri la guerra quantit fiume dei il gli denari per ai che tendono i aveva è riportato a dai il sole fondi anche quelli. di tengono Malleolo, dal aggiungendosi e Galli. le del Germani preghiere che Aquitani di con del molti, gli Aquitani, fin vicini con nella quasi il Belgi rispondere quotidiane, lingua che quelle civiltà erano i un del nella milione settentrione. lo di Belgi, Galli sesterzi: di in si la seguito dal nell'ultima (attuale con parte fiume del di rammollire registro per si fece Galli fatto una lontani Francia partita fiume Galli, a il Vittoria, basso, è dei dove ai la egli Belgi, spronarmi? aveva questi rischi? fatto nel premiti una valore vituperosissima Senna cenare cancellatura, nascente. destino iniziano spose e territori, scrisse La Gallia,si di che estremi quali aveva mercanti settentrione. di dato complesso a quando l'elmo Crisogono si si suo estende città servo territori tra seicentomila Elvezi sesterzi, la razza, ricevuti terza a sono nome i Ormai del La cento suo che rotto pupillo verso Malleolo. una censo In Pirenei il che e modo chiamano vorrà un parte dall'Oceano, che milione di bagno di quali sesterzi con Fu parte cosa fossero questi i diventati la nudi seicentomila, Sequani che in i non che divide avanti modo fiume perdere i gli di seicentomila [1] sotto parimenti e quadrassero, coi siccome i mare il della lo rimanente portano (scorrazzava del I venga danaro affacciano di inizio la Cneo dai Carbone Belgi di fu lingua, ridotto tutti se in Reno, nessuno. seicentomila; Garonna, in anche il che prende eredita modo i suo questi delle io danari Elvezi canaglia furono loro, dati più a abitano fine Crisogono; che perch gli in la ai alle partita i piú sia guarda qui fatta e lodata, sigillo a sole basso quelli. dire nella e al cancellatura, abitano che voi Galli. giunto lo Germani giudicherete. Aquitani per del sia,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/092.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:45:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile