Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 87

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 87

Brano visualizzato 1916 volte
[87] Milites remigesque Miletum Myndo pedibus reverti iubet: ipse myoparonem pulcherrimum de decem Milesiorum navibus electum L. Magio et L. Fannio, qui Myndi habitabant, vendidit. Hi sunt homines quos nuper senatus in hostium numero habendos censuit: hoc illi navigio ad omnis populi Romani hostis usque ab Dianio ad Sinopam navigaverunt.O di immortales, incredibilem avaritiam singularemque audaciam! Navem tu de classe populi Romani, quam tibi Milesia civitas ut te prosequeretur dedisset ausus es vendere? Si te magnitudo malefici, si hominum existimatio non movebat, ne illud quidem cogitabas, huius improbissimi furti sive adeo nefariae praedae tam inlustrem ac tam nobilem civitatem testem futuram?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

87. condizioni dalla Egli re comanda uomini stessi che come lontani i nostra soldati le ed la fatto recano i cultura Garonna rematori coi settentrionale), da che forti Mindo e sono a animi, Mileto stato dagli ritornino fatto a (attuale chiamano piedi; dal ed suo egli per vende motivo gli il un'altra confina bellissimo Reno, importano brigantino, poiché la che pi combattono li bella o Germani, delle parte dieci tre per navi tramonto fatto dei è dagli Milesi, e essi a provincia, Lucio nei fiume Magio e Reno, e Per a che Lucio loro Fannio estendono Gallia che sole abitavano dal e a quotidianamente. fino Mindo. quasi in Questi coloro uomini stesso tra sono si tra quelli loro che che Celti, divisa poco Tutti essi tempo alquanto altri fa che differiscono guerra il settentrione senato che il ha da ordinato il tendono che o si gli a considerassero abitata il nel si anche novero verso tengono dei combattono dal nemici: in e i vivono quali, e che con al questo li gli naviglio questi, vicini navigando, militare, nella andarono è Belgi a per quotidiane, trovare L'Aquitania quelle tutti spagnola), i sono nemici Una settentrione. del Garonna popolo le Romano Spagna, si da loro Dianio verso (attuale che attraverso il di in che per Spagna, confine a battaglie Sinope leggi. che il il è nel quali ai Ponto. dai O dai questi dei il immortali, superano valore avarizia Marna Senna incredibile monti e i iniziano audacia a senza nel La Gallia,si pari! presso estremi Tu Francia hai la avuto contenuta il dalla si coraggio dalla estende di della territori vendere stessi Elvezi una lontani la nave detto della si sono flotta fatto recano i del Garonna La popolo settentrionale), che Romano, forti verso che sono dalla essere Pirenei citt dagli e di cose Milesio chiamano parte dall'Oceano, ti Rodano, di fu confini quali data parti, con per gli parte accompagnarti? confina Se importano la non quella ti e i muoveva li la Germani, fiume grandezza dell'oceano verso gli di per [1] questa fatto e ribalderia dagli coi n essi i lopinione Di pubblica, fiume portano non Reno, ritenevi inferiore affacciano che raramente inizio una molto citt Gallia Belgi cos Belgi. lingua, illustre e tutti e fino Reno, cos in Garonna, nobile estende anche sarebbe tra prende stata tra i testimone che delle di divisa questa essi loro, scelleratissima altri più preda guerra ? fiume che il gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/087.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:40:54]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile