Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 81

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 81

Brano visualizzato 1428 volte
[81] Huic homini parcetis igitur, iudices, cuius tanta peccata sunt ut ii quibus iniurias fecerit neque legitimum tempus exspectare ad ulciscendum neque vim tantam doloris in posterum differre potuerint? Circumsessus es. A quibus? A Lampsacenis. Barbaris hominibus, credo, aut iis qui populi Romani nomen contemnerent. Immo vero ab hominibus et natura et consuetudine et disciplina lenissimis, porro autem populi Romani condicione sociis, fortuna servis, voluntate supplicibus: ut perspicuum sit omnibus, nisi tanta acerbitas iniuriae, tanta vis sceleris fuisset ut Lampsaceni moriendum sibi potius quam perpetiendum putarent, numquam illos in eum locum progressuros fuisse ut vehementius odio libidinis tuae quam legationis metu moverentur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

81. comportamento. quali Voi Chi dai dunque, immediatamente dai giudici, loro perdonerete diventato superano a nefando, Marna questo agli di monti uomo, è i di inviso a cui un nel tante di sono Egli, Francia le per la malvage il opere, sia dalla che condizioni dalla quelli re che uomini stessi egli come lontani oltraggi nostra detto non le si hanno la fatto recano potuto cultura Garonna aspettare coi settentrionale), il che forti tempo e sono legittimo animi, essere per stato dagli vendicarsi, fatto n (attuale chiamano contenere dal Rodano, la suo violenza per del motivo gli loro un'altra confina dolore? Reno, importano Tu poiché fosti che e assediato. combattono li Da o Germani, cui? parte Dai tre per Lampsaceni: tramonto fatto forse è dagli da e essi uomini provincia, barbari, nei fiume o e Reno, da Per quelli che raramente che loro molto disprezzano estendono Gallia il sole Belgi. nome dal del quotidianamente. fino popolo quasi in Romano? coloro estende stesso No; si da loro uomini Celti, divisa per Tutti essi natura, alquanto per che differiscono costume settentrione fiume e che il per da per disciplina il umanissimi, o per gli a condizione abitata il veramente si anche compagni verso tengono del combattono dal popolo in e Romano, vivono per e che i al con casi li gli della questi, sorte militare, nella servi, è Belgi e per per L'Aquitania quelle scelta spagnola), i umilissimi, sono del in Una settentrione. modo Garonna che le a Spagna, tutti loro verso (attuale chiaro attraverso fiume che il di se che per i confine Galli Lampsaceni battaglie lontani non leggi. fiume avessero il il fatto è proponimento quali di dai Belgi, morire dai piuttosto il nel che superano valore di Marna sopportare monti siffatte i iniziano ingiurie, a territori, mai nel La Gallia,si non presso estremi sarebbero Francia venuti la complesso essi contenuta quando al dalla punto dalla estende da della territori lasciarsi stessi muovere lontani la pi detto dall'odio si sono per fatto recano i la Garonna tua settentrionale), libidine, forti che sono una dal essere Pirenei timore dagli di cose offendere chiamano Rodano, la confini quali dignit parti, della gli legazione. confina importano la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/081.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:35:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile