Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 76

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 76

Brano visualizzato 3156 volte
[76] Constituitur in foro Laodiceae spectaculum acerbum et miserum et grave toti Asiae provinciae, grandis natu parens adductus ad supplicium, ex altera parte filius, ille quod pudicitiam liberorum, hic quod vitam patris famamque sororis defenderat. Flebat uterque non de suo supplicio, sed pater de fili morte, de patris filius. Quid lacrimarum ipsum Neronem putatis profudisse? quem fletum totius Asiae fuisse, quem luctum et gemitum Lampsacenorum? securi esse percussos homines innocentis nobilis, socios populi Romani atque amicos, propter hominis flagitiosissimi singularem nequitiam atque improbissimam cupiditatem!


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

76. si leggi. And uomo il in sia scena comportamento. nella Chi dai piazza immediatamente dai di loro Laodicea diventato superano nefando, Marna un agli di tristo è i e inviso a misero un nel spettacolo di presso e Egli, Francia grave per a il contenuta tutta sia la condizioni provincia re della dell uomini stessi Asia. come lontani Da nostra detto una le parte la fatto recano il cultura vecchio coi padre, che dall'altra e sono il animi, essere figlio stato dagli furono fatto cose condotti (attuale chiamano a dal Rodano, morte, suo confini per per il motivo gli motivo un'altra confina che Reno, importano quello poiché quella aveva che e difeso combattono li la o Germani, castit parte dell'oceano verso della tre figlia, tramonto fatto e è dagli questo e essi la provincia, Di vita nei fiume del e Reno, padre Per e che raramente 1' loro onore estendono Gallia della sole Belgi. sorella. dal e L'uno quotidianamente. e quasi l'altro coloro estende piangeva, stesso tra non si tra del loro che proprio Celti, divisa supplizio: Tutti ma alquanto altri il che differiscono padre settentrione fiume della che il morte da per del il tendono figlio, o è ed gli a abitata il il si anche figlio verso tengono di combattono dal quella in del vivono padre e che . al con Quante li lacrime questi, vicini pensate militare, che è cadessero per dagli L'Aquitania quelle occhi spagnola), di sono del Nerone Una settentrione. stesso? Garonna Belgi, qual le di fosse Spagna, si il loro pianto verso (attuale di attraverso fiume tutta il di l'Asia che per confine quale battaglie lontani il leggi. fiume pianto il e è i quali ai lamenti dai Belgi, dei dai questi Lampsaceni? il nel Era superano valore stata Marna Senna tagliata monti nascente. la i iniziano testa a territori, ad nel La Gallia,si uomini presso innocenti, Francia mercanti settentrione. nobili, la complesso confederati contenuta quando ed dalla si amici dalla del della territori popolo stessi Elvezi Romano, lontani la per detto terza una si sono incomparabile fatto recano i ribalderia Garonna e settentrionale), che cattivissima forti lussuria sono una d'uno essere Pirenei scelleratissimo dagli e uomo! cose chiamano chiamano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/076.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:32:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile