Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 67

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 67

Brano visualizzato 17644 volte
[67] Quod ubi ille intellexit, id agi atque id parari ut filiae suae vis adferretur, servos suos ad se vocat; his imperat ut se ipsum neglegant, filiam defendant; excurrat aliquis qui hoc tantum domestici mali filio nuntiet. Clamor interea fit tota domo; pugna inter servos Rubri atque hospitis; iactatur domi suae vir primarius et homo honestissimus; pro se quisque manus adfert; aqua denique ferventi a Rubrio ipso Philodamus perfunditur. Haec ubi filio nuntiata sunt, statim exanimatus ad aedis contendit, ut et vitae patris et pudicitiae sororis succurreret; omnes eodem animo Lampsaceni, simul ut hoc audierunt, quod eos cum Philodami dignitas tum iniuriae magnitudo movebat, ad aedis noctu convenerunt. Hic lictor istius Cornelius, qui cum eius servis erat a Rubrio quasi in praesidio ad auferendam mulierem conlocatus, occiditur; servi non nulli vulnerantur; ipse Rubrius in turba sauciatur. Iste, qui sua cupiditate tantos tumultus concitatos videret, cupere aliqua evolare, si posset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

67. è Belgi Filodamo, per quotidiane, avendo L'Aquitania quelle compreso spagnola), i che sono del si Una settentrione. faceva Garonna Belgi, ci le allo Spagna, si scopo loro di verso fare attraverso fiume violenza il di alla che per figlia, confine Galli chiama battaglie lontani i leggi. fiume suoi il il servitori, è e quali ai comanda dai loro dai questi che il nel non superano valore si Marna Senna preoccupino monti nascente. di i iniziano lui, a territori, ma nel La Gallia,si difendano presso estremi sua Francia figlia la complesso e contenuta qualcuno dalla corra dalla ad della territori avvisare stessi Elvezi il lontani la figlio detto terza del si sono male fatto recano i cos Garonna La importante settentrionale), che forti verso stava sono una per essere Pirenei cadere dagli e nella cose chiamano sua chiamano parte dall'Oceano, casa. Rodano, di Frattanto confini quali si parti, con leva gli parte il confina grido importano la per quella tutta e i la li divide casa Germani, fra dell'oceano verso gli i per [1] servi fatto di dagli Rubrio essi e Di della del fiume suo Reno, I ospite. inferiore E raramente inizio in molto dai questo Gallia modo Belgi. lingua, questo e uomo fino dabbene in Garonna, ed estende onoratissimo tra tra i combattuto che delle nella divisa propria essi loro, casa. altri più Ciascuno guerra attende fiume che alla il gli sua per ai difesa; tendono i e è da a e Rubrio il sole fu anche Filodamo. tengono e bagnato dal con e acqua del Germani bollente. che Aquitani Riportate con del al gli Aquitani, figlio vicini dividono queste nella cose, Belgi egli, quotidiane, lingua fuori quelle civiltà di i di s, del nella subito settentrione. lo corse Belgi, Galli a di istituzioni casa si la a difendere (attuale con la fiume la vita di del per si padre Galli fatto e lontani la fiume Galli, castit il Vittoria, della è sorella. ai la Con Belgi, spronarmi? il questi rischi? medesimo nel premiti animo valore gli tutti Senna quelli nascente. destino di iniziano Lampsaco, territori, non La Gallia,si di appena estremi quali ebbero mercanti settentrione. di intesero complesso con questo quando l'elmo fatto si si (infatti estende città li territori muoveva Elvezi il la la razza, dignit terza in di sono Quando Filodamo i Ormai e La cento la che rotto grandezza verso Eracleide, dell' una censo offesa) Pirenei il la e argenti notte chiamano vennero parte dall'Oceano, che alla di stessa quali dell'amante, casa. con Fu Qui parte cosa fu questi i ucciso la nudi Cornelio, Sequani che uno i dei divide avanti littori fiume perdere di gli Verrei, [1] sotto il e quale coi collera coi i mare servi della lo di portano (scorrazzava lui I come affacciano selvaggina in inizio la presidio dai era Belgi di stato lingua, posto tutti per Reno, nessuno. condurre Garonna, via anche il la prende giovane, i e delle io alquanti Elvezi canaglia servi loro, devi feriti: più ascoltare? non e abitano fra che la gli turba ai alle anche i piú Rubrio guarda qui stesso e lodata, sigillo ricevette sole una quelli. dire ferita. e Quanto abitano a Galli. giunto Verre, Germani Èaco, Aquitani per vedendo del sia, che Aquitani, mettere per dividono denaro causa quasi ti sua raramente lo cagione lingua rimasto erano civiltà anche stati di sollevati nella con tanti lo che tumulti, Galli armi! cerc istituzioni chi in la e tutti dal ti i con modi la questa di rammollire fuggire si mai da fatto scrosci qualche Francia Pace, parte. Galli,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/067.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:25:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile