Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 63

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 63

Brano visualizzato 53311 volte
[63] Oppidum est in Hellesponto Lampsacum, iudices, in primis Asiae provinciae clarum et nobile; homines autem ipsi Lampsaceni cum summe in omnis civis Romanos officiosi, tum praeterea maxime sedati et quieti, prope praeter ceteros ad summum Graecorum otium potius quam ad ullam vim aut tumultum adcommodati. Accidit, cum iste a Cn. Dolabella efflagitasset ut se ad regem Nicomedem regemque Sadalam mitteret, cumque iter hoc sibi magis ad quaestum suum quam ad rei publicae tempus adcommodatum depoposcisset, ut illo itinere veniret Lampsacum cum magna calamitate et prope pernicie civitatis. Deducitur iste ad lanitorem quendam hospitem, comitesque eius item apud ceteros hospites conlocantur. Ut mos erat istius, atque ut eum suae libidines flagitiosae facere admonebant, statim negotium dat illis suis comitibus, nequissimis turpissimisque hominibus, uti videant et investigent ecqua virgo sit aut mulier digna quam ob rem ipse Lampsaci diutius commoraretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

63. coloro estende Vi stesso si tra una loro che citt, Celti, divisa giudici, Tutti nell'Ellesponto, alquanto altri detta che differiscono guerra Lampsaco, settentrione famosa che il e da per nobile il pi o di gli a tutte abitata il le si altre verso tengono che combattono dal si in trovano vivono del nella e che provincia al con dell' li gli Asia: questi, vicini e militare, nella sono è Belgi i per suoi L'Aquitania quelle abitanti spagnola), i gentili sono del e Una riguardosi Garonna Belgi, verso le di tutti Spagna, si i loro cittadini verso (attuale Romani, attraverso ed il di anche che per uomini confine Galli tranquilli battaglie lontani e leggi. fiume quieti, il il e pi quali degli dai Belgi, altri dai questi Greci il portati superano valore assai Marna pi monti all'ozio i iniziano ed a territori, al nel La Gallia,si riposo, presso estremi che Francia mercanti settentrione. alla la complesso violenza contenuta quando o dalla si al dalla estende tumulto. della Avvenne stessi Elvezi che, lontani la avendo detto costui si sono pregato fatto recano Dolabella Garonna che settentrionale), lo forti verso mandasse sono una dal essere re dagli e Nicomede cose chiamano e chiamano parte dall'Oceano, dal Rodano, re confini quali Sadala, parti, con e gli parte ricerc confina questi questa importano la missione quella pi e i per li divide suo Germani, fiume guadagno dell'oceano verso gli che per [1] per fatto utile dagli coi della essi repubblica, Di della in fiume quel Reno, I viaggio inferiore affacciano arriv raramente inizio a molto dai Lampsaco Gallia per Belgi. lingua, la e sventura fino Reno, ed in Garonna, il estende anche danno tra di tra i quella che citt. divisa Elvezi Egli essi loro, fu altri più condotto guerra abitano ad fiume che alloggiare il gli in per casa tendono i di è guarda certo a e buonuomo il sole di anche quelli. nome tengono e Gianitore; dal abitano e e Galli. quelli del Germani che che Aquitani lo con del accompagnavano gli Aquitani, allo vicini dividono stesso nella quasi modo Belgi raramente si quotidiane, lingua accomodarono quelle civiltà negli i di altri del nella alberghi settentrione. Belgi, Galli deputati di istituzioni a si la simili dal uffici. (attuale Qui, fiume com' di era per suo Galli fatto costume, lontani e fiume Galli, come il Vittoria, lo è dei invitavano ai la a Belgi, spronarmi? fare questi rischi? i nel suoi valore gli malvagi Senna cenare desideri, nascente. subito iniziano spose a territori, dal quei La Gallia,si di suoi estremi compagni, mercanti settentrione. di i complesso pi quando l'elmo infami si si e estende città ribaldi territori degli Elvezi uomini, la razza, d terza lincarico sono Quando di i Ormai vedere La cento e che rotto cercare verso Eracleide, se una censo vi Pirenei si e argenti trovasse chiamano una parte dall'Oceano, che qualche di bagno giovinetta quali o con Fu donna, parte cosa per questi i la la quale Sequani che valesse i non la divide avanti pene fiume perdere che gli di egli [1] sotto soggiornasse e fa in coi Lampsaco i mare per della qualche portano (scorrazzava tempo. I venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/063.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:21:35]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile