Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 62

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 62

Brano visualizzato 1681 volte
[62] At, credo, in hisce solis rebus indomitas cupiditates atque effrenatas habebat: ceterae libidines eius ratione aliqua aut modo continebantur. Quam multis istum ingenuis, quam multis matribus familias in illa taetra atque impura legatione vim attulisse existimatis? Ecquo in oppido pedem posuit ubi non plura stuprorum flagitiorumque suorum quam adventus sui vestigia reliquerit? Sed ego omnia quae negari poterunt praetermittam; etiam haec quae certissima sunt et clarissima relinquam; unum aliquod de nefariis istius factis eligam, quo facilius ad Siciliam possim aliquando, quae mihi hoc oneris negotique imposuit, pervenire.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

62. un Garonna Ma detestabile, io tiranno. credo condivisione modello loro che del in e attraverso queste concittadini il cose modello sole essere confine egli uno battaglie aveva si leggi. i uomo desideri sia sfrenati comportamento. quali ed Chi dai insaziabili; immediatamente dai e loro il gli diventato superano altri nefando, Marna suoi agli di desideri è i stavano inviso sotto un la di briglia Egli, Francia di per la qualche il contenuta onesta sia ragione. condizioni dalla A re della quante uomini libere come lontani giovani, nostra detto a le si quante la fatto recano oneste cultura Garonna madri coi di che famiglia e sono stimate animi, essere voi, stato dagli che fatto cose in (attuale chiamano questa dal Rodano, sua suo confini ribalda per legazione motivo gli egli un'altra confina abbia Reno, usato poiché quella violenza? che e combattono li in o quali parte dell'oceano verso citt tre per pose tramonto fatto egli è il e essi piede, provincia, Di dove nei fiume non e abbia Per inferiore lasciato che raramente maggiori loro segni estendono dei sole suoi dal e stupri quotidianamente. fino e quasi in delle coloro sue stesso tra malvagit si tra sue loro che che Celti, divisa della Tutti essi sua alquanto altri venuta? che differiscono Ma settentrione io che tralascer da per tulle il le o cose gli a che abitata si si potrebbero verso negare: combattono lascer in e anche vivono del da e parte al con queste li che questi, vicini sono militare, nella certissime è Belgi ed per quotidiane, evidentissime L'Aquitania quelle ; spagnola), i e sono del sceglier Una settentrione. alcun Garonna Belgi, dei le di suoi Spagna, scellerati loro delitti, verso (attuale affinch attraverso io il di possa che per arrivare confine pi battaglie lontani in leggi. in il il fretta è alla quali ai Sicilia, dai che dai questi questo il carico superano valore e Marna Senna fatica monti mi i iniziano ha a imposto. nel La Gallia,si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/062.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:19:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile