Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 58

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 58

Brano visualizzato 2190 volte
[58] Dices tua quoque signa et tabulas pictas ornamento urbi foroque populi Romani fuisse. Memini; vidi simul cum populo Romano forum comitiumque adornatum ad speciem magnifico ornatu, sed sensum cogitationemque acerbo et lugubri; vidi conlucere omnia furtis tuis, praeda provinciarum, spoliis sociorum atque amicorum. Quo quidem tempore, iudices, iste spem maximam reliquorum quoque peccatorum nactus est; vidit enim eos qui iudiciorum se dominos dici volebant harum cupiditatum esse servos.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

58. concittadini Tu modello che risponderai essere confine che uno anche si leggi. le uomo tue sia statue comportamento. quali e Chi dai le immediatamente dai tue loro il tavole diventato superano dipinte nefando, Marna agli di adornarono è i la inviso a citt un nel e di presso la Egli, piazza per la del il popolo sia dalla Romano. condizioni dalla Me re della ne uomini stessi ricordo, come lontani ed nostra detto affermo le di la fatto recano aver cultura Garonna visto coi settentrionale), insieme che con e il animi, essere popolo stato Romano fatto la (attuale chiamano piazza dal ed suo confini il per parti, luogo motivo gli dove un'altra si Reno, creano poiché quella i che magistrati, combattono li adorno, o Germani, stando parte dell'oceano verso all' tre per apparenza, tramonto di è dagli un e magnifico provincia, ornamento; nei fiume ma e quanto Per riguarda che raramente lanimo loro molto ed estendono Gallia il sole Belgi. pensiero, dal lugubre quotidianamente. fino quasi in e coloro estende stesso tra da si indurre loro che al Celti, divisa pianto. Tutti Vidi alquanto altri risplendere che differiscono guerra ci settentrione fiume che che il vi da era il dei o è tuoi gli a furti, abitata della si anche rapina verso tengono delle combattono province, in e delle vivono spoglie e che dei al con confederati li gli ed questi, vicini amici. militare, Fu è allora, per quotidiane, giudici, L'Aquitania quelle che spagnola), i egli sono del concep Una settentrione. la Garonna speranza le grandissima Spagna, si speranza loro di verso (attuale potere attraverso fiume andare il di assoluto che delle confine Galli altre battaglie lontani sue leggi. cattive il il operazioni. è Infatti quali egli dai Belgi, dai vide il che superano coloro Marna Senna i monti nascente. quali i iniziano volevano a territori, esser nel La Gallia,si detti presso estremi padroni Francia mercanti settentrione. dei la complesso tribunali, contenuta quando erano dalla si servi dalla estende della della territori cupidigia stessi Elvezi di lontani siffatte detto terza cose. si sono fatto recano i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/058.lat

[degiovfe] - [2011-05-01 09:17:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile