Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 55

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 55

Brano visualizzato 13563 volte
[55] Quid ego de M. Marcello loquar, qui Syracusas, urbem ornatissimam, cepit? quid de L. Scipione, qui bellum in Asia gessit Antiochumque, regem potentissimum, vicit? quid de Flaminino, qui regem Philippum et Macedoniam subegit? quid de L. Paulo, qui regem Persen vi ac virtute superavit? quid de L. Mummio, qui urbem pulcherrimam atque ornatissimam, Corinthum, plenissimam rerum omnium, sustulit, urbisque Achaiae Boeotiaeque multas sub imperium populi Romani dicionemque subiunxit? Quorum domus, cum honore ac virtute florerent, signis et tabulis pictis erant vacuae; at vero urbem totam templaque deorum omnisque Italiae partis illorum donis ac monumentis exornatas videmus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[55] Chi dai A immediatamente dai che loro il scopo diventato superano parlare nefando, di agli di Marco è Marcello, inviso a che un nel conquist di Siracusa, Egli, Francia una per la citt il contenuta ricchissima sia dalla di condizioni opere re d'arte? uomini stessi E come di nostra Lucio le si Scipione, la che cultura Garonna fece coi settentrionale), guerra che forti in e Asia animi, essere e stato dagli vinse fatto cose Antioco, (attuale chiamano un dal re suo confini potentissimo? per parti, E motivo gli di un'altra confina Flaminino, Reno, importano che poiché sottomise che e il combattono re o Germani, Filippo parte dell'oceano verso e tre per la tramonto fatto Macedonia? è dagli E e di provincia, Di Lucio nei fiume Paolo, e che Per inferiore sconfisse che il loro molto re estendono Perseo sole con dal e la quotidianamente. fino sua quasi forza coloro e stesso tra con si il loro che suo Celti, divisa valore? Tutti essi E alquanto altri di che differiscono guerra Lucio settentrione Mummio, che il che da per distrusse il la o citt gli a di abitata il Corinto, si splendida verso tengono e combattono dal ricchissima in e di vivono opere e che d'arte, al e li gli ricolma questi, vicini di militare, ogni è Belgi bene, per quotidiane, e L'Aquitania quelle sottomise spagnola), i al sono del dominio Una settentrione. e Garonna Belgi, all'autorit le di del Spagna, si popolo loro romano verso (attuale molte attraverso fiume citt il di dell'Acaia che per e confine della battaglie lontani Beozia? leggi. Le il il case è di quali ai tutti dai questi dai condottieri il erano superano adorne Marna di monti nascente. onore i iniziano e a di nel La Gallia,si virt, presso estremi ma Francia spoglie la complesso di contenuta quando statue dalla si e dalla estende dipinti; della territori invece stessi Elvezi lintera lontani la citt detto terza di si sono Roma, fatto recano i i Garonna La templi settentrionale), che degli forti verso dei, sono una ogni essere Pirenei parte dagli d'Italia cose vediamo chiamano parte dall'Oceano, adorni Rodano, di dei confini quali loro parti, con doni gli parte e confina questi dei importano loro quella monumenti.

e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/055.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile