Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 41

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 41

Brano visualizzato 991 volte
[41] Itaque idem iste, quem Cn. Dolabella postea C. Malleolo occiso pro quaestore habuit haud scio an maior etiam haec necessitudo fuerit quam illa Carbonis, ac plus iudicium voluntatis valere quam sortis debeat -, idem in Cn. Dolabellam qui in Cn. Carbonem fuit. Nam quae in ipsum valebant crimina contulit in illum, causamque illius omnem ad inimicos accusatoresque detulit; ipse in eum cui legatus, cui pro quaestore fuerat, inimicissimum atque improbissimum testimonium dixit. Ille miser cum esset Cn. Dolabella, cum proditione istius nefaria, tum improbo ac falso eiusdem testimonio, tum multo ex maxima parte istius furtorum ac flagitiorum invidia conflagravit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

41. è inviso a Questuomo un nel stesso di presso pertanto, Egli, Francia che per la Gneo il Dolabella sia dalla prese condizioni dalla come re vicequestore, uomini stessi dopo come lontani luccisione nostra di le si Caio la fatto recano Malleolo, cultura Garonna (non coi so che forti se e sono questi animi, essere legami stato dagli erano fatto pi (attuale stretti dal Rodano, suo confini di per quelli motivo gli che un'altra confina lo Reno, importano legavano poiché quella a che e Cneo combattono Carbone, o Germani, e parte dell'oceano verso se tre per una tramonto fatto scelta è liberamente e essi fatta provincia, Di non nei fiume fosse e pi Per inferiore forte che raramente della loro molto scelta estendono della sole Belgi. sorte dal ) quotidianamente. fu quasi in contro coloro estende Gneo stesso tra Dolabella si tra lo loro che stesso Celti, che Tutti fu alquanto altri contro che differiscono guerra a settentrione Gneo che Carbone. da Infatti il tendono gli o è imput gli a i abitata il crimini si anche di verso cui combattono dal lui in era vivono del accusato, e che e al rivel li gli tutti questi, vicini i militare, nella dettagli è Belgi dellaffare per quotidiane, ai L'Aquitania quelle suoi spagnola), i nemici sono ed Una ai Garonna Belgi, suoi le di accusatori; Spagna, si loro egli verso depose attraverso fiume contro il di di che per lui confine Galli nella battaglie lontani maniera leggi. fiume la il il pi ostile quali ed dai infame, dai lui il che superano valore gli Marna Senna era monti nascente. stato i legato a territori, e nel La Gallia,si vicequestore. presso estremi Trovandosi Francia quello la complesso in contenuta quando miseria, dalla si sia dalla per della territori il stessi Elvezi vigliacco lontani la tradimento detto terza di si sono costui, fatto recano i s Garonna La per settentrionale), che sua forti verso la sono una iniqua essere e dagli e falsa cose chiamano testimonianza, chiamano parte dall'Oceano, e Rodano, di soprattutto confini parti, con a gli motivo confina questi della importano la malevolenza quella Sequani procacciatogli e i dalle li divide ruberie Germani, fiume ed dell'oceano verso gli i per [1] crimini fatto e di dagli coi Verre, essi i divamp Di della l'incendio fiume portano dellodio Reno, altrui. inferiore affacciano raramente
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/041.lat

[degiovfe] - [2011-04-18 13:08:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile