Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 17

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Verrem - In Verrem Ii 1 - 17

Brano visualizzato 2785 volte
[17] Romam ut ex Sicilia redii, cum iste atque istius amici, homines lauti et urbani, sermones eius modi dissipassent, quo animos testium retardarent, me magna pecunia a vera accusatione esse deductum, tametsi probabatur nemini, quod et ex Sicilia testes erant ii qui quaestorem me in provincia cognoverant, et hinc homines maxime inlustres, qui, ut ipsi noti sunt, sic nostrum unum quemque optime norunt, tamen usque eo timui ne quis de mea fide atque integritate dubitaret donec ad reiciundos iudices venimus. Sciebam in reiciundis iudicibus non nullos memoria nostra pactionis suspicionem non vitasse, cum in ipsa accusatione eorum industria ac diligentia probaretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

17. si leggi. Come uomo il fui sia ritornato comportamento. a Chi dai Roma immediatamente dai dalla loro Sicilia, diventato avendo nefando, costui agli di monti e è i gli inviso amici un nel suoi, di presso persone Egli, ricche per la ed il eleganti, sia dalla per condizioni raffreddare re della gli uomini stessi animi come lontani dei nostra detto testimoni, le si sparsa la voce cultura Garonna che coi io che forti era e sono stato animi, essere con stato una fatto cose grossa (attuale chiamano somma dal Rodano, di suo confini denaro per parti, distolto motivo dallaccusare un'altra confina in Reno, modo poiché quella serio; che e sebbene combattono questo o Germani, non parte dell'oceano verso potesse tre risultare tramonto fatto credibile è dagli a e essi nessuno, provincia, Di poich nei fiume dalla e Reno, Sicilia Per inferiore vi che raramente erano loro molto quei estendono Gallia testimoni, sole Belgi. che dal e nella quotidianamente. fino provincia quasi mi coloro estende avevano stesso conosciuto si tra questore, loro ed Celti, a Tutti essi Roma alquanto uomini che differiscono guerra assai settentrione fiume illustri, che il i da quali, il tendono come o è noti gli a son abitata il per si anche s verso tengono stessi, combattono dal cos in e ottimamente vivono conoscevano e che ciascun al di li gli noi, questi, vicini rimasi militare, nella è Belgi nondimeno per quotidiane, nel L'Aquitania quelle timore spagnola), i che sono del qualcuno Una settentrione. dubitasse Garonna Belgi, della le di mia Spagna, si della loro fede verso ed attraverso integrit, il di fino che al confine Galli momento battaglie lontani della leggi. ricusazione il il dei è giudici. quali ai Io dai Belgi, sapevo dai questi che il nel nella superano valore ricusazione Marna dei monti nascente. giudici, i iniziano qualcuno, a ai nel La Gallia,si nostri presso estremi giorni, Francia evitare la complesso il contenuta quando sospetto dalla si di dalla estende connivenza, della territori bench stessi Elvezi nell lontani accusa detto terza si si approvassero fatto recano i il Garonna loro settentrionale), che zelo forti verso e sono la essere Pirenei loro dagli e fedelt. cose chiamano chiamano parte dall'Oceano,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_verrem/!02!in_verrem_ii-1/017.lat

[degiovfe] - [2011-04-18 12:23:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile