Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 30

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 30

Brano visualizzato 8800 volte
[30] Quamquam non nulli sunt in hoc ordine, qui aut ea, quae inminent non videant aut ea, quae vident, dissimulent; qui spem Catilinae mollibus sententiis aluerunt coniurationemque nascentem non credendo corroboraverunt; quorum auctoritate multi non solum improbi, verum etiam inperiti, si in hunc animadvertissem, crudeliter et regie factum esse dicerent. Nunc intellego, si iste, quo intendit, in Manliana castra pervenerit, neminem tam stultum fore, qui non videat coniurationem esse factam neminem tam improbum, qui non fateatur. Hoc autem uno interfecto intellego hanc rei publicae pestem paulisper reprimi, non in perpetuum comprimi posse. Quodsi se eiecerit secumque suos eduxerit et eodem ceteros undique collectos naufragos adgregarit, extinguetur atque delebitur non modo haec tam adulta rei publicae pestis, verum etiam stirps ac semen malorum omnium.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

30 e essi Eppure provincia, ci nei fiume sono e Reno, alcuni, Per inferiore qui che in loro Senato, estendono Gallia che sole Belgi. non dal e vedono quotidianamente. fino cosa quasi in sta coloro per stesso abbattersi si tra su loro che di Celti, divisa noi Tutti oppure alquanto fingono che differiscono guerra di settentrione fiume non che il vedere da per quel il tendono che o è hanno gli a sotto abitata il gli si anche occhi; verso tengono alcuni combattono che in e hanno vivono alimentato e che con al con la li condiscendenza questi, le militare, nella aspettative è di per Catilina L'Aquitania quelle e spagnola), rafforzato sono del con Una l'incredulità Garonna Belgi, una le di congiura Spagna, si nascente! loro Facendosi verso scudo attraverso fiume dell'autorità il di di che per questi, confine molti, battaglie lontani non leggi. fiume solo il il disonesti, è ma quali ai anche dai Belgi, ingenui, dai questi avrebbero il detto superano che Marna Senna agivo monti con i iniziano la a territori, crudeltà nel di presso estremi un Francia mercanti settentrione. tiranno la se contenuta quando lo dalla si avessi dalla estende punito. della territori Ma stessi Elvezi ora lontani mi detto terza rendo si sono conto fatto recano i che Garonna La se settentrionale), che Catilina forti verso raggiungerà sono una l'accampamento essere Pirenei di dagli e Manlio, cose chiamano dove chiamano intende Rodano, dirigersi, confini nessuno parti, sarà gli parte così confina stupido importano la da quella non e i capire li divide che Germani, fiume è dell'oceano verso gli stata per organizzata fatto e una dagli coi congiura, essi i nessuno Di della sarà fiume portano così Reno, I disonesto inferiore affacciano da raramente inizio non molto dai ammetterlo. Gallia Belgi E Belgi. lingua, se e tutti lui fino Reno, solo in Garonna, verrà estende ucciso, tra mi tra i rendo che delle conto divisa che essi loro, riusciremo altri più a guerra contenere fiume che questo il gli flagello per per tendono un è guarda po', a e ma il sole non anche quelli. a tengono e debellarlo dal per e sempre. del Germani Se che invece con del partirà, gli Aquitani, se vicini dividono si nella quasi porterà Belgi raramente dietro quotidiane, lingua i quelle civiltà suoi, i se del riunirà settentrione. lo nella Belgi, Galli stessa di località si la tutti dal gli (attuale con altri fiume la disperati di che per si ha Galli raccolto lontani Francia da fiume Galli, ogni il Vittoria, dove, è dei non ai la solo Belgi, verrà questi rischi? completamente nel estirpato valore il Senna cenare flagello nascente. che iniziano spose è territori, tanto La Gallia,si cresciuto estremi quali nello mercanti settentrione. Stato, complesso con ma quando l'elmo pure si si la estende città radice territori tra e Elvezi il la razza, seme terza in di sono ogni i male. La cento
che rotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_catilinam/!01!liber_i/30.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile