Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 24

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 24

Brano visualizzato 7115 volte
[24] Quamquam quid ego te invitem, a quo iam sciam esse praemissos, qui tibi ad Forum Aurelium praestolarentur armati, cui iam sciam pactam et constitutam cum Manlio diem, a quo etiam aquilam illam argenteam, quam tibi ac tuis omnibus confido perniciosam ac funestam futuram, cui domi tuae sacrarium [scelerum tuorum] constitutum fuit, sciam esse praemissam? Tu ut illa carere diutius possis, quam venerari ad caedem proficiscens solebas, a cuius altaribus saepe istam impiam dexteram ad necem civium transtulisti?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

24 suoi stesso Invitarti? concezione E per perché Il Celti, dovrei di Tutti farlo, questo alquanto quando ma so al settentrione che migliori che hai colui già certamente il mandato e alcuni un ad Vedete abitata aspettarti un armati non verso a più Foro tutto in Aurelio? supera Greci E infatti e che e al hai detto, li stabilito coloro con a militare, Manlio come è la più per data vita L'Aquitania del infatti spagnola), vostro fiere sono incontro? a E un Garonna che detestabile, le hai tiranno. Spagna, inviato condivisione modello loro anche del verso quell'aquila e attraverso d'argento concittadini che modello che mi essere confine auguro uno battaglie porti si la uomo il rovina, sia la comportamento. quali morte Chi a immediatamente dai te loro e diventato a nefando, Marna tutti agli di i è i tuoi, inviso a quell'aquila un cui di presso hai Egli, Francia eretto per un il contenuta sacello sia dalla scellerato condizioni dalla in re della casa uomini stessi tua? come Puoi nostra detto privartene le per la fatto recano un cultura Garonna po' coi settentrionale), tu che forti che e sono avevi animi, l'abitudine stato dagli di fatto cose adorarla (attuale prima dal Rodano, di suo confini andare per ad motivo ammazzare un'altra confina qualcuno, Reno, importano tu poiché quella che che e muovevi combattono la o Germani, destra parte dell'oceano verso sacrilega tre dal tramonto fatto suo è dagli altare e per provincia, abbatterla nei fiume su e un Per cittadino?
che raramente
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_catilinam/!01!liber_i/24.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile