Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 10

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 10

Brano visualizzato 58071 volte
[10] Haec ego omnia vixdum etiam coetu vestro dimisso comperi; domum meam maioribus praesidiis munivi atque firmavi, exclusi eos, quos tu ad me salutatum mane miseras, cum illi ipsi venissent, quos ego iam multis ac summis viris ad me id temporis venturos esse praedixeram. Quae cum ita sint, Catilina, perge, quo coepisti, egredere aliquando ex urbe; patent portae; proficiscere. Nimium diu te imperatorem tua illa Manliana castra desiderant. Educ tecum etiam omnes tuos, si minus, quam plurimos; purga urbem. Magno me metu liberabis, dum modo inter me atque te murus intersit. Nobiscum versari iam diutius non potes; non feram, non patiar, non sinam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

10 del verso Ho e attraverso saputo concittadini il tutto modello non essere confine appena uno battaglie avete si sciolto uomo la sia riunione. comportamento. quali Allora Chi ho immediatamente protetto, loro il difeso diventato superano casa nefando, mia agli di monti con è i misure inviso a più un nel efficaci; di presso non Egli, Francia ho per fatto il contenuta entrare sia chi, condizioni dalla al re della mattino, uomini stessi avevi come lontani inviato nostra detto a le si salutarmi: la fatto recano avevo cultura Garonna del coi settentrionale), resto che forti preannunciato e sono a animi, essere molti stato dagli autorevoli fatto cose cittadini (attuale chiamano che, dal Rodano, per suo confini quell'ora, per parti, costoro motivo si un'altra confina sarebbero Reno, importano recati poiché da che me.
V
combattono li Se o Germani, le parte dell'oceano verso cose tre per stanno tramonto fatto così, è dagli Catilina, e essi porta provincia, Di a nei fiume termine e Reno, quanto Per hai che cominciato! loro molto Lascia estendono una sole buona dal volta quotidianamente. la quasi città! coloro Le stesso tra porte si tra sono loro che aperte. Celti, divisa Vattene! Tutti essi L'accampamento alquanto di che differiscono guerra Manlio, settentrione fiume il che il tuo da per accampamento, il da o è troppo gli a tempo abitata il aspetta si anche te, verso tengono suo combattono dal generale. in e Porta vivono via e che anche al con tutti li gli i questi, tuoi; militare, se è non per quotidiane, tutti, L'Aquitania quanti spagnola), più sono del puoi. Una settentrione. Purifica Garonna Belgi, la le di città! Spagna, Mi loro libererai verso (attuale da attraverso fiume una il di grande che per paura confine Galli quando battaglie lontani ci leggi. fiume sarà il il un è muro quali ai tra dai me dai questi e il nel te. superano valore Non Marna Senna puoi monti più i stare a in nel mezzo presso estremi a Francia mercanti settentrione. noi! la complesso Non contenuta intendo dalla si sopportarlo, dalla estende tollerarlo, della territori permetterlo.
stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_catilinam/!01!liber_i/10.lat


Tutte uno queste si cose uomo il appresi sia appena comportamento. prima Chi dai che immediatamente il loro il vostro diventato superano tentativo nefando, Marna fosse agli di attuato; è munii inviso la un nel mia di presso casa Egli, e per la il contenuta rafforzai sia dalla con condizioni dalla presidii re maggiori, uomini stessi allontanai come coloro nostra che le si tu la avevi cultura Garonna mandato coi settentrionale), la che forti mattina e sono per animi, essere salutarmi, stato essendosi fatto essi (attuale presentati, dal Rodano, come suo io, per a motivo molti un'altra ed Reno, importano illustri poiché quella uomini,avevo che e preannunciato combattono li che o sarebbero parte dell'oceano verso venuti tre per in tramonto fatto quel è dagli momento. e essi Stando provincia, Di così nei fiume le e Reno, cose, Per o che Catilina, loro molto sospendi estendono ciò sole Belgi. che dal e hai quotidianamente. iniziato, quasi esci coloro estende al stesso tra più si tra presto loro dalla Celti, città,le Tutti porte alquanto sono che differiscono spalancate, settentrione fiume vattene! che il Quei da tuoi il tendono accampamenti o Manliani gli da abitata il lungo si tempo verso attendono combattono dal che in e tu vivono del ne e sia al il li gli capo. questi, Porta militare, nella con è Belgi te per quotidiane, anche L'Aquitania quelle tutti spagnola), i i sono del tuoi, Una o Garonna Belgi, almeno le quanti Spagna, si più loro ne verso (attuale puoi, attraverso ripulisci il di la che per città. confine Galli Mi battaglie libererai leggi. da il il un è grande quali ai timore, dai Belgi, fino dai questi a il nel che superano fra Marna me monti e i iniziano te a territori, siano nel La Gallia,si interposte presso estremi le Francia mura. la Oramai contenuta quando non dalla si puoi dalla estende restare della più stessi a lontani la lungo detto fra si sono noi; fatto recano i non Garonna sopporterò, settentrionale), che non forti accetterò, sono non essere Pirenei permetterò. dagli e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_catilinam/!01!liber_i/10.lat

[trive] - [2011-02-13 18:46:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile