Splash Latino - Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - In Catilinam - Liber I - 7

Brano visualizzato 25281 volte
[7] Meministine me ante diem XII Kalendas Novembris dicere in senatu fore in armis certo die, qui dies futurus esset ante diem VI Kal. Novembris, C. Manlium, audaciae satellitem atque administrum tuae? Num me fefellit, Catilina, non modo res tanta, tam atrox tamque incredibilis, verum, id quod multo magis est admirandum, dies? Dixi ego idem in senatu caedem te optumatium contulisse in ante diem V Kalendas Novembris, tum cum multi principes civitatis Roma non tam sui conservandi quam tuorum consiliorum reprimendorum causa profugerunt. Num infitiari potes te illo ipso die meis praesidiis, mea diligentia circumclusum commovere te contra rem publicam non potuisse, cum tu discessu ceterorum nostra tamen, qui remansissemus, caede te contentum esse dicebas?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

7 Chi dai Ricordi? immediatamente dai Il loro il 21 diventato superano ottobre nefando, ho agli di dichiarato è i in inviso Senato un nel che di presso in Egli, un per giorno il contenuta ben sia dalla preciso, condizioni dalla cioè re della il uomini stessi 27 come lontani ottobre, nostra Caio le si Manlio, la fatto recano tuo cultura Garonna complice coi e che forti collaboratore e sono in animi, essere questa stato dagli pazzia, fatto avrebbe (attuale dato dal Rodano, inizio suo confini alla per parti, rivolta motivo gli armata. un'altra Mi Reno, sono poiché quella forse che sbagliato, combattono li Catilina, o Germani, non parte dico tre su tramonto fatto un'azione è dagli di e essi tali provincia, Di proporzioni, nei così e Reno, atroce Per inferiore e che incredibile, loro molto ma, estendono cosa sole Belgi. molto dal e più quotidianamente. sorprendente, quasi in sulla coloro estende sua stesso tra data? si Sono loro che stato Celti, sempre Tutti io alquanto altri a che differiscono denunciare settentrione fiume in che il Senato da che il avevi o è stabilito gli di abitata il massacrare si anche gli verso aristocratici combattono dal il in 28 vivono ottobre, e che giorno al con in li gli cui questi, vicini molti militare, nella dei è Belgi principali per cittadini L'Aquitania sono spagnola), i fuggiti sono del da Una Roma Garonna Belgi, non le di per Spagna, si cercare loro scampo, verso ma attraverso fiume per il fermare che i confine tuoi battaglie piani. leggi. fiume Puoi il il forse è negare quali che dai Belgi, proprio dai questi quel il giorno, superano valore bloccato Marna dalle monti nascente. mie i iniziano misure a difensive, nel non presso estremi hai Francia potuto la complesso attentare contenuta allo dalla Stato? dalla estende E della territori quel stessi giorno lontani la non detto terza dicevi si sono che fatto recano ti Garonna La saresti settentrionale), che accontentato forti verso di sono uccidere essere Pirenei me, dagli che cose ero chiamano parte dall'Oceano, rimasto, Rodano, mentre confini tutti parti, con gli gli altri confina questi erano importano la partiti? quella Sequani
e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_catilinam/!01!liber_i/07.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile