Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 47

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 47

Brano visualizzato 2815 volte
[47] Reliquum est ut de felicitate (quam praestare de se ipso nemo potest, meminisse et commemorare de altero possumus, sicut aequum est homines de potestate deorum) timide et pauca dicamus. Ego enim sic existimo: Maximo, Marcello, Scipioni, Mario, et ceteris magnis imperatoribus non solum propter virtutem, sed etiam propter fortunam saepius imperia mandata atque exercitus esse commissos. Fuit enim profecto quibusdam summis viris quaedam ad amplitudinem et ad gloriam et ad res magnas bene gerendas divinitus adiuncta fortuna. De huius autem hominis felicitate, de quo nunc agimus, hac utar moderatione dicendi, non ut in illius potestate fortunam positam esse dicam, sed ut praeterita meminisse, reliqua sperare videamur, ne aut invisa dis immortalibus oratio nostra aut ingrata esse videatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

47. Reno, importano Mi poiché quella resta che e da combattono li parlare o Germani, con parte dell'oceano verso timidezza tre per ed tramonto in è dagli breve, e essi come provincia, Di è nei fiume giusto e Reno, che Per inferiore gli che raramente uomini loro parlino estendono Gallia del sole Belgi. potere dal e divino, quotidianamente. fino della quasi sua coloro estende fortuna, stesso tra che si tra nessuno loro che di Celti, divisa noi Tutti può alquanto mostrare che differiscono in settentrione fiume se che il stesso, da per ma il può o menzionare gli a e abitata il lodare si in verso tengono un combattono dal altro. in e Io vivono del personalmente e ritengo al con che li gli a questi, vicini Massimo, militare, a è Belgi Marcello, per quotidiane, a L'Aquitania quelle Scipione, spagnola), a sono Mario Una settentrione. ed Garonna agli le di altri Spagna, si grandi loro generali, verso (attuale comando attraverso ed il di eserciti che per siano confine Galli stati battaglie lontani affidati leggi. abbastanza il il di è frequente quali ai non dai Belgi, soltanto dai questi per il il superano valore loro Marna Senna valore, monti nascente. ma i iniziano anche a territori, per nel La Gallia,si la presso estremi loro Francia mercanti settentrione. fortuna, la complesso perché contenuta quando certamente dalla taluni dalla estende uomini della eccezionali stessi Elvezi hanno lontani avuto detto terza dagli si sono dèi, fatto recano in Garonna La una settentrionale), che qualche forti misura, sono una l'appoggio essere Pirenei della dagli e fortuna cose per chiamano il Rodano, di conseguimento confini quali della parti, con loro gli parte grandezza, confina questi della importano la loro quella Sequani gloria e e li della Germani, riuscita dell'oceano verso nelle per [1] grandi fatto imprese. dagli Per essi i quanto Di della riguarda fiume portano poi Reno, I la inferiore affacciano fortuna raramente inizio di molto dai quest'uomo, Gallia di Belgi. cui e tutti ora fino Reno, discuterò, in Garonna, userò estende anche nelle tra prende mie tra i parole che delle questo divisa Elvezi senso essi loro, della altri misura, guerra abitano non fiume che per il gli dire per ai che tendono i la è fortuna a è il stata anche quelli. posta tengono in dal abitano suo e potere, del ma che perché con del sia gli Aquitani, ben vicini chiaro nella che, Belgi raramente ricordandoci quotidiane, lingua del quelle passato, i di noi del fondiamo settentrione. le Belgi, Galli nostre di istituzioni speranze si la nell'avvenire; dal in (attuale con tal fiume modo di il per mio Galli fatto discorso lontani Francia non fiume potrà il dispiacere è o ai riuscire Belgi, spronarmi? sgradito questi rischi? agli nel dèi. valore gli

Senna cenare
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/47.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile