Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 40

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 40

Brano visualizzato 1434 volte
[40] Age vero: ceteris in rebus quali sit temperantia considerate. Unde illam tantam celeritatem et tam incredibilem cursum inventum putatis? Non enim illum eximia vis remigum aut ars inaudita quaedam gubernandi aut venti aliqui novi tam celeriter in ultimas terras pertulerunt; sed eae res quae ceteros remorari solent, non retardarunt: non avaritia ab instituto cursu ad praedam aliquam devocavit, non libido ad voluptatem, non amoenitas ad delectationem, non nobilitas urbis ad cognitionem, non denique labor ipse ad quietem; postremo signa et tabulas ceteraque ornamenta Graecorum oppidorum, quae ceteri tellenda esse arbitrantur, ea sibi ille ne visenda quidem existimavit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

40. sia dalla Ebbene, condizioni considerate re della quale uomini stessi sia come lontani la nostra detto moderazione le si di la Pompeo cultura Garonna nel coi settentrionale), resto che forti del e sono suo animi, essere comportamento. stato Donde fatto credete (attuale chiamano che dal Rodano, derivino suo una per parti, cos motivo gli grande un'altra prontezza Reno, ed poiché quella una che cos combattono incredibile o Germani, velocit? parte dell'oceano verso Non tre per sono tramonto stati è dagli infatti e il provincia, Di vigore nei fiume straordinario e Reno, dei Per inferiore rematori che raramente o loro l'inaudita estendono maestria sole dei dal e nocchieri quotidianamente. fino o quasi in i coloro estende venti stesso straordinari si tra a loro portarlo Celti, divisa con Tutti essi tale alquanto rapidit che differiscono guerra nei settentrione fiume luoghi che pi da per remoti il tendono della o è terra, gli a ma abitata ci si anche che verso tengono di combattono dal solito in vivono del di e che impedimento al con agli li altri questi, vicini non militare, nella ha è ritardato per quotidiane, Gneo L'Aquitania Pompeo. spagnola), i L'avidit sono del di Una settentrione. denaro Garonna non le di lo Spagna, si distolse loro mai verso (attuale dalla attraverso fiume via il di fissata, che per verso confine Galli un battaglie lontani qualche leggi. bottino, il il n è la quali ai sfrenatezza dai dei dai questi sensi il nel verso superano valore i Marna piaceri, monti n i iniziano la a bellezza nel La Gallia,si di presso estremi un Francia mercanti settentrione. luogo la complesso per contenuta quando trarne dalla si diletto, dalla estende n della la stessi Elvezi fama lontani la di detto terza una si sono citt fatto recano per Garonna La conoscerla, settentrionale), che n forti da sono una ultimo essere Pirenei la dagli e fatica cose chiamano stessa chiamano parte dall'Oceano, per Rodano, di il confini quali riposo; parti, con le gli parte statue, confina questi infine, importano la i quella dipinti e i e li le Germani, altre dell'oceano verso gli opere per [1] d'arte fatto e delle dagli coi citt essi i greche, Di che fiume secondo Reno, I gli inferiore altri raramente inizio devono molto dai essere Gallia portate Belgi. lingua, via, e tutti egli fino non in Garonna, ha estende anche neppure tra ritenuto tra di che andarle divisa Elvezi a essi vedere. altri

guerra abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/40.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile