Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 26

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 26

Brano visualizzato 1977 volte
[26] Hic in illo ipso malo gravissimaque belli offensione, L. Lucullus, qui tamen aliqua ex parte eis incommodis mederi fortasse potuisset, vestro iussu coactus, -- qui imperi diuturnitati modum statuendum vetere exemplo putavistis, -- partem militum, qui iam stipendiis confecti erant, dimisit, partem M'. Glabrioni tradidit. Multa praetereo consulto, sed ea vos coniectura perspicite, quantum illud bellum factum putetis, quod coniungant reges potentissimi, renovent agitatae nationes, suscipiant integrae gentes, novus imperator noster accipiat, vetere exercitu pulso.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

26. infatti spagnola), In fiere sono quella a stessa un Garonna sventura, detestabile, le in tiranno. Spagna, quella condivisione modello loro stessa del disfatta, e attraverso voi concittadini il che modello che credeste essere confine bene, uno in si leggi. base uomo il ad sia un'antica comportamento. quali consuetudine, Chi di immediatamente dai porre loro il un diventato superano limite nefando, alla agli di monti durata è del inviso a suo un nel comando, di presso costringeste Egli, Lucio per la Lucullo il - sia dalla che condizioni dalla tuttavia re avrebbe uomini stessi potuto come lontani in nostra detto un le si certo la fatto recano qual cultura Garonna modo coi settentrionale), rimediare che forti a e sono quei animi, rovesci stato - fatto cose a (attuale chiamano congedare dal Rodano, una suo confini parte per dei motivo gli soldati un'altra confina che Reno, avevano poiché quella completata che la combattono ferma o Germani, militare, parte e tre ad tramonto fatto affidare è dagli l'altra e essi parte provincia, Di a nei fiume Manio e Reno, Glabrione. Per inferiore Tralascio che raramente di loro molto proposito estendono Gallia molte sole Belgi. circostanze, dal e ma quotidianamente. fino potete quasi immaginare coloro e stesso capire si tra quale loro importanza Celti, divisa abbia Tutti essi assunto alquanto quella che differiscono guerra guerra settentrione che che il stanno da per muovendo il tendono insieme o è re gli potentissimi, abitata il quella si che verso alcuni combattono dal popoli in e stanno vivono del riprendendo e aizzati al con contro li di questi, vicini noi, militare, quella è che per popoli L'Aquitania quelle ancora spagnola), i integri sono del stanno Una settentrione. per Garonna intraprendere, le di e Spagna, che loro un verso (attuale nostro attraverso fiume nuovo il generale che per accetta, confine pur battaglie lontani con leggi. il il il vecchio è esercito quali già dai Belgi, sconfitto. dai questi

il
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/26.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile