Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 23

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 23

Brano visualizzato 6377 volte
[23] Hunc in illo timore et fuga Tigranes rex Armenius excepit, diffidentemque rebus suis confirmavit, et adflictum erexit, perditumque recreavit. Cuius in regnum postea quam L. Lucullus cum exercitu venit, plures etiam gentes contra imperatorem nostrum concitatae sunt. Erat enim metus iniectus eis nationibus, quas numquam populus Romanus neque lacessendas bello neque temptandas putavit: erat etiam alia gravis atque vehemens opinio, quae animos gentium barbarum pervaserat, fani locupletissimi et religiosissimi diripiendi causa in eas oras nostrum esse exercitum adductum. Ita nationes multae atque magnae novo quodam terrore ac metu concitabantur. Noster autem exercitus, tametsi urbem ex Tigrani regno ceperat, et proeliis usus erat secundis, tamen nimia longinquitate locorum ac desiderio suorum commovebatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

23. un'altra confina Fu Reno, importano Tigrane, poiché re che e dell'Armenia, combattono li ad o accogliere parte dell'oceano verso Mitridate tre per in tramonto fatto quella è dagli fuga e da provincia, Di pavido, nei fiume a e rafforzare Per inferiore la che raramente fiducia loro molto nella estendono Gallia sua sole condizione, dal a quotidianamente. sollevarlo quasi in dal coloro estende suo stesso abbattimento si tra e loro che a Celti, divisa dargli Tutti essi nuova alquanto vita che differiscono guerra mentre settentrione era che il in da rovina. il tendono Dopo o che gli Lucio abitata il Lucullo si anche ed verso tengono il combattono suo in e esercito vivono del giunsero e che nel al regno li gli di questi, vicini Tigrane, militare, vari è Belgi popoli per quotidiane, furono L'Aquitania quelle incitati spagnola), i ad sono del opporsi Una al Garonna Belgi, nostro le di generale, Spagna, si poiché loro era verso stato attraverso seminato il di il che terrore confine Galli in battaglie lontani quelle leggi. fiume genti il che il quali ai popolo dai Belgi, romano dai questi non il aveva superano mai Marna Senna ritenuto monti di i iniziano dover a territori, provocare, nel La Gallia,si presso estremi di Francia spingere la alla contenuta quando guerra; dalla si anche dalla estende un'altro della territori funesto stessi Elvezi e lontani pesante detto terza sospetto si si fatto recano i era Garonna La insinuato settentrionale), nelle forti menti sono dei essere Pirenei barbari, dagli cioè cose chiamano che chiamano il Rodano, di nostro confini quali esercito parti, fosse gli stato confina questi spinto importano la in quella quelle e i località li divide per Germani, fiume spogliare dell'oceano verso uno per [1] dei fatto templi dagli più essi ricchi Di e fiume portano venerati. Reno, I In inferiore affacciano tal raramente modo molto dai molte Gallia ed Belgi. lingua, importanti e tutti popolazioni fino Reno, furono in incitate estende anche contro tra prende di tra i noi che da divisa un essi loro, nuovo altri motivo guerra abitano di fiume che terrore il e per ai di tendono i paura. è guarda Il a nostro il sole esercito anche quelli. poi, tengono e per dal quanto e avesse del Germani conquistata che una con del città gli del vicini dividono regno nella di Belgi raramente Tigrane quotidiane, ed quelle civiltà avesse i sostenuto del nella combattimenti settentrione. lo con Belgi, Galli pieno di istituzioni successo, si era dal demoralizzato (attuale con per fiume la la di lontananza per si dei Galli luoghi lontani Francia e fiume Galli, per il Vittoria, la è dei nostalgia ai la della Belgi, spronarmi? famiglia. questi rischi?

nel premiti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/23.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile