Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 22

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 22

Brano visualizzato 4731 volte
[22] Requiretur fortasse nunc quem ad modum, cum haec ita sint, reliquum possit magnum esse bellum. Cognoscite, Quirites. Non enim hoc sine causa quaeri videtur. Primum ex suo regno sic Mithridates profugit, ut ex eodem Ponto Medea illa quondam profugisse dicitur, quam praedicant in fuga fratris sui membra in eis locis, qua se parens persequeretur, dissipavisse, ut eorum conlectio dispersa, maerorque patrius, celeritatem persequendi retardaret. Sic Mithridates fugiens maximam vim auri atque argenti pulcherrimarumque rerum omnium, quas et a maioribus acceperat et ipse bello superiore ex tota Asia direptas in suum regnum congesserat, in Ponto omnem reliquit. Haec dum nostri conligunt omnia diligentius, rex ipse e manibus effugit. Ita illum in persequendi studio maeror, hos laetitia tardavit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

22. poiché quella Forse che mi combattono li si o Germani, chiederà parte dell'oceano verso ora, tre come tramonto mai, è dagli stando e essi così provincia, Di le nei fiume cose, e gli Per ultimi che raramente bagliori loro molto di estendono Gallia questa sole Belgi. guerra dal e possano quotidianamente. fino avere quasi in tanta coloro estende importanza. stesso tra E' si tra bene loro che che Celti, ne Tutti essi veniate alquanto altri a che differiscono guerra conoscenza, settentrione fiume o che Quiriti, da per perché il una o è tale gli a domanda abitata non si anche deve verso tengono apparire combattono dal inopportuna. in Dapprima vivono del Mitridate e che partì al con dal li gli suo questi, vicini regno, militare, così è Belgi come per si L'Aquitania quelle dice spagnola), i sia sono un Una settentrione. tempo Garonna Belgi, fuggita, le di dallo Spagna, si stesso loro Ponto, verso (attuale Medea; attraverso fiume si il narra che per che confine Medea battaglie lontani fuggendo leggi. fiume seminò il il le è membra quali ai del dai Belgi, fratello dai nei il nel luoghi superano valore in Marna Senna cui monti il i iniziano padre a territori, la nel La Gallia,si rincorreva, presso estremi perché Francia mercanti settentrione. la la raccolta contenuta delle dalla si membra dalla estende disperse della ed stessi il lontani la dolore detto terza del si sono padre fatto recano i rallentassero Garonna la settentrionale), che velocità forti verso dell'inseguimento. sono una Allo essere stesso dagli modo cose chiamano Mitridate chiamano in Rodano, di fuga confini lasciò parti, con interamente gli parte nel confina questi Ponto importano la una quella Sequani grandissima e quantità li divide d'oro Germani, fiume e dell'oceano verso d'argento per [1] e fatto di dagli tutti essi gli Di splendidi fiume oggetti Reno, I che inferiore affacciano aveva raramente inizio ricevuto molto dagli Gallia Belgi antenati Belgi. lingua, e e che fino Reno, egli in Garonna, stesso, estende anche nella tra prende precedente tra guerra, che aveva divisa Elvezi razziato essi in altri più tutta guerra abitano l'Asia fiume che ed il gli accumulato per ai nel tendono i suo è guarda regno. a Mentre il sole i anche quelli. nostri tengono soldati dal abitano radunavano e Galli. tutto del Germani questo che Aquitani con con eccessivo gli Aquitani, zelo, vicini il nella quasi re Belgi raramente stesso quotidiane, lingua fuggì quelle civiltà dalle i di loro del nella mani. settentrione. lo Così, Belgi, Galli mentre di istituzioni il si la dolore dal ritardò (attuale il fiume padre di rammollire di per si Medea Galli fatto nel lontani suo fiume Galli, inseguimento, il Vittoria, fu è dei la ai la gioia Belgi, a questi rischi? frenare nel premiti i valore soldati Senna cenare romani. nascente.

iniziano spose
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/22.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile