Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 18

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Imperio Cn Pompei Pro Lege Manilia - 18

Brano visualizzato 6194 volte
[18] Deinde ex ceteris ordinibus homines gnavi atque industrii partim ipsi in Asia negotiantur, quibus vos absentibus consulere debetis, partim eorum in ea provincia pecunias magnas conlocatas habent. Est igitur humanitatis vestrae magnum numerum eorum civium calamitate prohibere, sapientiae videre multorum civium calamitatem a re publica seiunctam esse non posse. Etenim primum illud parvi refert, nos publica his amissis vectigalia postea victoria recuperare. Neque enim isdem redimendi facultas erit propter calamitatem, neque aliis voluntas propter timorem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

18. fiere sono Inoltre a Una uomini un Garonna attivi detestabile, le ed tiranno. Spagna, industriosi condivisione modello delle del verso altre e attraverso classi, concittadini in modello parte essere commerciano uno essi si stessi uomo il in sia Asia, comportamento. e Chi dai in immediatamente dai loro loro il assenza diventato superano voi nefando, avete agli di monti il è i compito inviso a di un nel curare di i Egli, loro per la interessi; il contenuta in sia dalla parte condizioni dalla hanno re della grandi uomini stessi somme come lontani di nostra detto denaro le si investite la fatto recano in cultura Garonna quella coi settentrionale), provincia. che forti E' e sono pertanto animi, essere proprio stato del fatto cose vostro (attuale senso dal Rodano, di suo umanit per preservare motivo gli dai un'altra confina disastri Reno, importano un poiché quella gran che e numero combattono li di o cittadini, parte dell'oceano verso tre per proprio tramonto fatto della è dagli vostra e essi saggezza provincia, Di il nei capire e che Per inferiore la che raramente rovina loro di estendono Gallia molti sole cittadini dal e non quotidianamente. pu quasi in essere coloro estende tenuta stesso distinta si tra dal loro pubblico Celti, interesse. Tutti essi E, alquanto altri soprattutto, che differiscono guerra settentrione fiume di che secondaria da per importanza il tendono che o è voi gli a recuperiate abitata il in si anche un verso tengono secondo combattono dal momento in e ai vivono pubblicani e i al con perduti li gli proventi; questi, vicini essi militare, nella infatti è Belgi non per quotidiane, avranno L'Aquitania quelle pi spagnola), i la sono del possibilit, Una a Garonna Belgi, causa le di della Spagna, si loro loro rovina, verso (attuale di attraverso fiume riprendere il di l'appalto che delle confine Galli imposte, battaglie lontani n leggi. altri il vorranno farlo, quali ai in dai Belgi, quanto dai questi spaventati il nel . superano

Marna
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_imperio_cn_pompei_-_pro_lege_manilia/18.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile