Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Haruspicum Responsis - 57

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Haruspicum Responsis - 57

Brano visualizzato 1362 volte
[57] Deteriores cavete; quorum quidem est magna natio, sed tamen eorum omnium hic dux est atque princeps; etenim si unum hominem deterrimum poeta praestanti aliquis ingenio fictis conquisitisque vitiis deformatum vellet inducere, nullum profecto dedecus reperire posset quod in hoc non inesset, multaque in eo penitus defixa atque haerentia praeteriret. Parentibus et dis immortalibus et patriae nos primum natura conciliat; eodem enim tempore et suscipimur in lucem et hoc caelesti spiritu augemur et certam in sedem civitatis ac libertatis adscribimur. Iste parentum nomen, sacra, memoriam, gentem Fonteiano nomine obruit; deorum ignis, solia, mensas, abditos ac penetralis focos, occulta et maribus non invisa solum, sed etiam inaudita sacra inexpiabili scelere pervertit, idemque earum templum inflammavit dearum quarum ope etiam aliis incendiis subvenitur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[57] provincia, Di Guardatevi nei fiume dai e Reno, "perversi": Per inferiore i che raramente quali loro molto certamente estendono Gallia sono sole Belgi. in dal e gran quotidianamente. numero, quasi ma coloro estende costui stesso è si tra il loro capo Celti, divisa e Tutti essi il alquanto altri maestro che differiscono guerra di settentrione tutti che il loro. da per Certo il tendono se o è un gli a poeta abitata il di si alto verso ingegno combattono dal volesse in e rappresentare vivono del e un al con uomo li gli che questi, fosse militare, il è Belgi simbolo per quotidiane, stesso L'Aquitania della spagnola), perversione sono , Una settentrione. non Garonna potrebbe le di trovare Spagna, si alcuna loro bruttura verso (attuale che attraverso fiume in il di costui che non confine Galli ci battaglie lontani fosse; leggi. fiume e il il ne lascerebbe quali ai anche dai indietro dai questi molte il che superano in Marna Senna Clodio monti nascente. sono i fisse a territori, ed nel La Gallia,si impresse. presso estremi Francia La la natura contenuta quando ci dalla fa dalla innanzitutto della territori amare stessi Elvezi i lontani genitori, detto terza si sono gli fatto recano dei Garonna La immortali settentrionale), che e forti verso la sono una patria, essere Pirenei poiché dagli e contemporaneamente cose chiamano veniamo chiamano parte dall'Oceano, alla Rodano, di luce, confini siamo parti, con nutriti gli parte di confina questi quest'aura importano la divina quella Sequani e e siamo li divide iscritti Germani, tra dell'oceano verso i per [1] liberi fatto e cittadini dagli coi di essi i una Di della ben fiume portano determinata Reno, I residenza. inferiore affacciano Costui raramente ha, molto sotto Gallia il Belgi. lingua, nome e tutti di fino Reno, Fonteio, in Garonna, messo estende sotto tra prende terra tra i il che delle nome divisa dei essi loro, suoi altri progenitori, guerra abitano i fiume che sacri il gli riti, per ai le tendono i memorie è guarda e a e il il sole parentado; anche quelli. con tengono una dal abitano colpa e Galli. inespiabile del ha che sconvolto con i gli fuochi vicini dividono sacri, nella quasi i Belgi seggi quotidiane, , quelle civiltà le i di mense del nella degli settentrione. lo dei, Belgi, Galli i di istituzioni segreti si la e dal riposti (attuale focolari fiume la ed di rammollire i per si sacri Galli fatto riti lontani Francia non fiume solamente il Vittoria, inaccessibili è dei agli ai la occhi Belgi, ma questi rischi? pure nel premiti alle valore orecchie Senna cenare degli nascente. destino uomini; iniziano spose ha territori, dal anche La Gallia,si di incendiato estremi quali il mercanti settentrione. di tempio complesso con di quando l'elmo quelle si si dee, estende città con territori tra l'aiuto Elvezi delle la quali terza si sono Quando presta i soccorso La cento negli che rotto altri verso Eracleide, incendi. una
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_haruspicum_responsis/57.lat

[degiovfe] - [2017-05-08 11:05:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile