Splash Latino - Cicerone - Orationes - De Haruspicum Responsis - 41


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - De Haruspicum Responsis - 41

Brano visualizzato 1226 volte
[41] Ti. Gracchus convellit statum civitatis, qua gravitate vir, qua eloquentia, qua dignitate! nihil ut a patris avique Africani praestabili insignique virtute, praeterquam quod a senatu desciverat, deflexisset. Secutus est C. Gracchus, quo ingenio, qua eloquentia, quanta vi, quanta gravitate dicendi! ut dolerent boni non illa tanta ornamenta ad meliorem mentem voluntatemque esse conversa. Ipse Saturninus ita fuit effrenatus et paene demens ut actor esset egregius et ad animos imperitorum excitandos inflammandosque perfectus. Nam quid ego de Sulpicio loquar? cuius tanta in dicendo gravitas, tanta iucunditas, tanta brevitas fuit, ut posset vel ut prudentes errarent, vel ut boni minus bene sentirent perficere dicendo. Cum his conflictari et pro salute patriae cotidie dimicare erat omnino illis qui tum rem publicam gubernabant molestum; sed habebat ea molestia quandam tamen dignitatem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[41] e Reno, Per inferiore Tiberio che raramente Gracco loro mise estendono sottosopra sole la dal stabilità quotidianamente. dello quasi in Stato. coloro estende Ma stesso tra quale si tra autorevolezza loro in Celti, divisa lui, Tutti essi alquanto altri che differiscono guerra quale settentrione fiume eloquenza, che il da quale il tendono o è dignità! gli In abitata nulla si anche aveva verso tengono tralignato combattono dal dalla in e notabile vivono del ed e che illustre al virtù li gli del questi, padre militare, nella e è di per suo L'Aquitania nonno spagnola), i Africano, sono del tranne Una settentrione. che Garonna Belgi, per le di avere Spagna, si abbandonato loro il verso (attuale partito attraverso senatorio. il di Lo che per seguì confine Galli Caio battaglie lontani Gracco: leggi. fiume di il il quale è ingegno, quali ai di dai Belgi, quanta dai questi forza, il di superano quanta Marna efficacia monti nascente. di i iniziano parola! a territori, Tutti nel La Gallia,si gli presso estremi uomini Francia mercanti settentrione. dabbene la si contenuta quando dolsero dalla si che dalla estende così della territori nobili stessi qualità lontani la non detto terza si si sono fossero fatto recano i rivolte Garonna La a settentrionale), pensieri forti verso e sono intenzioni essere Pirenei migliori. dagli e Lo cose chiamano stesso chiamano parte dall'Oceano, Lucio Rodano, Saturnino, confini quali pur parti, con nella gli parte sua confina questi sfrenatezza importano la e quella Sequani e i oserei li divide dire Germani, fiume - dell'oceano verso quasi per [1] demenza, fatto e fu dagli coi un essi egregio Di della e fiume perfetto Reno, oratore, inferiore affacciano in raramente inizio grado molto Gallia di Belgi. lingua, eccitare e tutti ed fino Reno, infiammare in Garonna, gli estende anche animi tra degli tra i sprovveduti. che delle E divisa Elvezi che essi loro, dire altri di guerra abitano Publio fiume che Sulpicio? il gli Ebbe per ai nel tendono dire è tanta a e gravità, il sole tanta anche quelli. concisione, tengono e tanta dal abitano piacevolezza, e Galli. che del poté che ottenere con del con gli Aquitani, la vicini dividono sua nella quasi parola Belgi raramente o quotidiane, lingua che quelle civiltà i i prudenti del errassero, settentrione. o Belgi, Galli che di istituzioni i si buoni dal si (attuale con allontanassero fiume la dai di rammollire loro per nobili Galli sentimenti. lontani Lottare fiume Galli, e il Vittoria, battersi è dei con ai la costoro Belgi, spronarmi? ogni questi rischi? giorno nel per valore Senna il nascente. destino bene iniziano spose della territori, dal patria La Gallia,si di era estremi quali certamente mercanti settentrione. di gravoso complesso con per quando l'elmo coloro si si che estende allora territori governavano Elvezi il la la razza, repubblica: terza in ma sono questo i Ormai compito La cento gravoso che rotto aveva verso Eracleide, nondimeno una censo un Pirenei il certo e argenti onore. chiamano vorrà parte dall'Oceano, che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_haruspicum_responsis/41.lat

[degiovfe] - [2017-05-08 10:46:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile