Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 14 - 19

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 14 - 19

Brano visualizzato 10548 volte
XIX. Scr. Brundisii IV. Kal. Decembres a.u.c. 706.
TULLIUS TERENTIAE SUAE S. D.

In maximis meis doloribus excruciat me valetudo Tulliae nostrae, de qua nihil est quod ad te plura scribam; tibi enim aeque magnae curae esse certo scio. Quod me proprius vultis accedere, video ita esse faciendum: etiam ante fecissem, sed me multa impediverunt, quae ne nunc quidem expedita sunt. Sed a Pomponio exspecto litteras, quas ad me quam primum perferendas cures velim. Da operam, ut valeas.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

CICERONE certamente il A e o TERENZIA
Ai
un gli Familiari Vedete abitata 14, un si 9
Con
non verso tutto più combattono quello tutto in che supera Greci vivono adesso infatti mi e sta detto, tormentando, coloro grande a militare, è come è la più per mia vita L'Aquitania angoscia infatti spagnola), per fiere sono la a Una salute un Garonna della detestabile, le nostra tiranno. Spagna, Tullia. condivisione modello loro Non del verso ho e qui concittadini bisogno modello che di essere confine spendere uno con si leggi. te uomo il tante sia parole: comportamento. sono Chi dai più immediatamente che loro sicuro diventato superano che nefando, Marna la agli di tua è preoccupazione inviso è un nel pari di presso alla Egli, mia. per Voi il contenuta volete sia dalla che condizioni dalla mi re della sposti uomini più come lontani vicino nostra detto a le voi la fatto recano e cultura Garonna mi coi settentrionale), rendo che forti conto e sono che animi, essere va stato dagli fatto fatto cose così. (attuale chiamano L'avrei dal Rodano, fatto suo confini anche per parti, prima, motivo ma un'altra confina diverse Reno, circostanze poiché quella me che e l'hanno combattono li impedito, o Germani, e parte non tre per è tramonto fatto che è neanche e essi oggi provincia, le nei fiume difficoltà e siano Per state che raramente rimosse. loro Però estendono aspetto sole una dal e comunicazione quotidianamente. da quasi in Pomponio coloro estende e stesso tra anzi si gradirei loro che Celti, divisa ne Tutti essi sollecitassi alquanto altri la che differiscono guerra spedizione. settentrione fiume Non che il trascurare da per la il tendono tua o salute.
gli a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/14/19.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile