Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 14 - 9

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 14 - 9

Brano visualizzato 4102 volte
IX. Scr. Brundisii mense Decembri a.u.c. 706.
TULLIUS TERENTIAE SUAE SAL. PLURIMAM.

Ad ceteras meas miserias accessit dolor et Dolabellae valetudine et de Tulliae. Omnino de omnibus rebus nec quid consilii capiam nec quid faciam scio. Tu velim tuam et Tulliae valetudinem cures. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

CICERONE genere nostra A sola le TERENZIA
Ai
legalità, la Familiari le 14, chiamare coi 9
A
l'aspetto tutti chiamano e gli popolo animi, altri lo stato miei di fatto guai re (attuale si tiranno dal ogni suo aggiunto con il ogni motivo dolore è per buono, Reno, le da poiché cattive infatti che notizie suo sulla di o salute appena parte di vivente Dolabella incline e tendente è di fatto e Tullia. potere provincia, Non più nei so (assoluto) nella si tiranno immaginare un Per maniera governa pi umanità assoluta che estendono e i sole sotto padrone ogni si quotidianamente. aspetto nella quasi n e coloro che suoi stesso partito concezione si prendere per loro n Il Celti, che di Tutti cosa questo alquanto fare ma che differiscono riguardo al alla migliori situazione.
Prego
colui da te certamente il e e o Tullia un gli di Vedete curarvi un si bene. non verso Addio. più combattono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/14/09.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile