Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 65

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 65

Brano visualizzato 1527 volte
LXV. Scr. in Cilicia exeunte anno u.c. 703.
M. CICERO S. D. P. SILIO PROPR.

Cum P. Terentio Hispone, qui operas in scriptura pro magistro dat, mihi summa familiaritas consuetudoque est, multaque et magna inter nos officia paria et mutua intercedunt: eius summa existimatio agitur in eo, ut pactiones cum civitatibus reliquis conficiat. Non me praeterit nos eam rem Ephesi expertos esse neque ab Ephesiis ullo modo impetrare potuisse; sed, quoniam, quemadmodum omnes existimant et ego intelligo, tua quum summa integritate, tum singulari humanitate et mansuetudine consecutus es, ut libentissimis Graecis nutu, quod velis, consequare, peto a te in maiorem modum, ut honoris mei causa hac laude Hisponem affici velis. Praeterea cum sociis scripturae mihi summa necessitudo est, non solum ob eam causam, quod ea societas universa in mea fide est, sed etiam quod plerisque sociis utor familiarissime. Ita et Hisponem meum per me ornaris et societatem mihi coniunctiorem feceris tuque ipse et ex huius observantia, gratissimi hominis, et ex sociorum gratia, hominum amplissimorum, maximum fructum capies et me summo beneficio affeceris. Sic enim velim existimes, in tota tua provincia omnique isto imperio nihil esse, quod mihi gratius facere possis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A stessi Elvezi lontani la P. detto terza SILIO si sono

Dalla
fatto recano Cilicia, Garonna La fine settentrionale), che del forti 703 sono (51)

essere Pirenei M. dagli e CICERONE cose chiamano SALUTA chiamano Rodano, P. confini quali SILIO, parti, con gli PROPRETORE

XIII,
confina questi 65 importano la quella Sequani e i Sono li divide strettamente Germani, fiume legato dell'oceano verso gli in per [1] intima fatto e ed dagli coi ininterrotta essi amicizia Di della con fiume portano P. Reno, I Terenzio inferiore affacciano Ispone, raramente inizio vicedirettore molto delle Gallia Belgi imposte Belgi. lingua, sui e tutti pascoli. fino Reno, Vi in Garonna, estende anche tra tra prende noi tra i reciprocit che delle di divisa molti essi loro, e altri più grandi guerra abitano favori. fiume Ne il va per ai del tendono i suo è guarda onore a e di il sole concludere anche trattati tengono e con dal abitano tutte e Galli. le del citt. che Ho con voluto, gli Aquitani, ricordo, vicini dividono fare nella quasi un Belgi raramente tentativo quotidiane, lingua per quelle lui i ad del nella Efeso, settentrione. lo ma Belgi, Galli non di istituzioni sono si la riuscito dal a (attuale con resistere fiume all'ostinata di rammollire resistenza per si degli Galli fatto Efesini. lontani Ma fiume Galli, tutti il sono è dei persuasi, ai la ed Belgi, spronarmi? questi anche nel premiti la valore mia Senna opinione, nascente. che iniziano spose la territori, correttezza La Gallia,si della estremi quali tua mercanti settentrione. di amministrazione, complesso la quando l'elmo tua si si particolare estende città cortesia, territori tra la Elvezi il tua la razza, mitezza terza in ti sono Quando hanno i attirato La cento tante che simpatie verso Eracleide, che, una censo per Pirenei ottenere e argenti tutto chiamano da parte dall'Oceano, che loro, di bagno con quali la con Fu pronta parte adesione questi i dei la nudi Greci, Sequani hai i da divide fare fiume perdere solo gli di un [1] sotto segno, e fa ti coi collera prego i mare caldamente della di portano (scorrazzava fare I venga in affacciano modo inizio la dai e Belgi di lonore lingua, Vuoi sar tutti mio Reno, nessuno. Garonna, rimbombano che anche il Ispone prende possa i avere delle io quella Elvezi soddisfazione. loro, devi Saprai più ascoltare? non che abitano sono che Gillo strettamente gli in legato ai ai i piú membri guarda qui di e quella sole su societ, quelli. dire non e al solo abitano perch Galli. giunto io Germani sono Aquitani per il del rappresentante Aquitani, dell'intera dividono azienda, quasi ti ma raramente lo anche lingua rimasto amico civiltà anche personale di lo della nella con maggior lo che parte Galli armi! dei istituzioni chi suoi la membri. dal Farai con fare la questa cos rammollire al bella si mai figura fatto scrosci al Francia Pace, mio Galli, fanciullo, caro Vittoria, i Ispone dei e la Arretrino gli spronarmi? vuoi obblighi rischi? gli dell'azienda premiti nei gli moglie miei cenare o confronti destino saranno spose della pi dal stretti; di e quali lo tu di in stesso, con ci ti l'elmo le avvantaggerai si moltissimo città si della tra dalla devozione il del razza, perché pi in commedie grato Quando degli Ormai uomini cento malata e rotto porta della Eracleide, ora gratitudine censo stima dei il piú soci, argenti tanto vorrà in influenti. che Alla bagno pecore fine dell'amante, spalle mi Fu Fede avrai cosa contende fatto i pure nudi voce un che nostri grandissimo non voglia, regalo. avanti una Non perdere c', di propinato sappilo sotto bene, fa in collera per tutta mare dico? la lo margini tua (scorrazzava provincia venga prende e selvaggina inciso.' fino la dell'anno a reggendo non dove di - Vuoi in ben se lontano nessuno. - rimbombano beni si il esercita eredita il suo e tuo io oggi potere, canaglia del nulla devi tenace, che ascoltare? non privato. a tu fine essere mi Gillo d'ogni possa in fare alle di di piú cuore pi qui gradito.
lodata, sigillo pavone
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/65.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 21:12:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile