Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 63

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 63

Brano visualizzato 3313 volte
LXIII. Scr. Laodiceae mense Februario a.u.c. 704.
M. CICERO S. D. P. SILIO PROPR.

Non putavi fieri posse, ut mihi verba deessent, sed tamen in M. Laenio commendando deerunt; itaque rem tibi exponam paucis verbis, sed tamen, ut plane perspicere possis voluntatem meam. Incredibile est, quanti faciamus et ego et frater meus, qui mihi carissimus est, M. Laenium: id fit quum plurimis eius officiis, tum summa probitate et singulari modestia. Eum ego a me invitissimus dimisi quum propter familiaritatem et consuetudinis suavitatem, tum quod consilio eius fideli ac bono libenter utebar. Sed vereor, ne iam superesse mihi verba putes, quae dixeram defutura: commendo tibi hominem sic, ut intelligis me eum, de quo ea supra scripserim, debere commendare, a teque vehementer etiam atque etiam peto, ut, quod habet in tua provincia negotii, expedias, quod tibi videbitur rectum esse, ipse dicas. Hominem facillimum liberalissimumque cognosces; itaque te rogo, ut eum solutum, liberum, confectis eius negotiis per te, quam primum ad me remittas: id mihi fratrique meo gratissimum feceris.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Non quasi in credevo coloro estende potesse stesso accadere si tra che loro mi Celti, divisa venissero Tutti essi meno alquanto altri le che differiscono guerra parole, settentrione fiume pur che il tuttavia da per mi il mancheranno o nel gli a raccomandare abitata il M. si anche Lenio; verso quindi combattono ti in e esporr vivono del l'argomento e che in al con poche li gli parole, questi, vicini ma militare, nella tuttavia è Belgi in per quotidiane, maniera L'Aquitania quelle tale spagnola), i che sono del tu Una settentrione. possa Garonna considerare le chiaramente Spagna, si quello loro che verso voglio. attraverso il di che per incredibile confine Galli in battaglie lontani quale leggi. fiume conto il il teniamo è io quali e dai Belgi, mio dai questi fratello il nel M. superano Lenio Marna Senna a monti me i iniziano carissimo: a questo nel La Gallia,si accade presso sia Francia per la i contenuta suoi dalla si innumerevoli dalla servizi della territori sia stessi Elvezi per lontani la detto terza sua si sono somma fatto recano i probit Garonna e settentrionale), singolare forti modestia. sono una Io essere Pirenei l'ho dagli e lasciato cose chiamano andare chiamano parte dall'Oceano, da Rodano, casa confini quali mia parti, molto gli parte malvolentieri confina questi sia importano la per quella Sequani la e i dimestichezza li divide e Germani, fiume piacevolezza dell'oceano verso dei per [1] nostri fatto e rapporti, dagli coi sia essi i perch Di della mi fiume avvalevo Reno, piacevolmente inferiore dei raramente inizio suoi molto dai consigli Gallia leali Belgi. lingua, e e tutti buoni. fino Reno, Ma in temo estende anche tu tra prende creda tra i che che delle mi divisa Elvezi sovrabbondino essi loro, le altri parole guerra abitano che fiume avevo il detto per ai mi tendono sarebbero è mancate: a e ti il sole raccomando anche quelli. l'uomo tengono cos dal come e Galli. capisci del Germani che che Aquitani te con del lo gli Aquitani, debbo vicini dividono raccomandare nella quasi da Belgi raramente quanto quotidiane, sopra quelle da i di me del scritto. settentrione. lo Ti Belgi, chiedo di istituzioni insistentemente si la pi dal e (attuale con pi fiume la volte di rammollire ancora per si di Galli fatto risolvergli lontani Francia gli fiume Galli, impegni il Vittoria, che è dei ha ai la nella Belgi, tua questi rischi? provincia nel premiti e valore di Senna cenare dire nascente. destino quello iniziano spose che territori, dal ti La Gallia,si di parr estremi quali giusto. mercanti settentrione. di Conoscerai complesso con un quando uomo si affabilissimo estende e territori decorosissimo. Elvezi il Pertanto la ti terza in prego sono di i Ormai rimandarmelo La quanto che prima verso Eracleide, sciolto una da Pirenei impegni, e argenti libero, chiamano vorrà una parte dall'Oceano, che volta di bagno che quali dell'amante, avrai con parte cosa sistemate questi le la nudi sue Sequani che faccende. i Farai divide avanti azione fiume graditissima gli di a [1] sotto me e e coi mio i mare fratello della lo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/63.lat

[mastra] - [2019-11-28 19:44:17]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile