Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 43

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 43

Brano visualizzato 1410 volte
XLIII. Scr. Romae a.u.c. 699.
M. CICERO R. GALLIO.

Etsi plurimis rebus spero fore ut perspiciam, quod tamen iampridem perspicio, me a te amari, tamen nunc ea causa tibi datur, in qua facile declarare possis tuam erga me benevolentiam: L. Oppius M. f. Philomelii negotiatur, homo mihi familiaris; eum tibi unice commendo eoque magis, quod quum ipsum diligo, tum quod negotia procurat L. Egnatii Rufi, quo ego uno equite Romano familiarissime utor et qui quum consuetudine quotidiana, tum officiis plurimis maximisque mihi coniunctus est. Oppium igitur praesentem ut diligas, Egnatii absentis rem ut tueare, aeque a te peto, ac si mea negotia essent. Velim memoriae tuae causa des litterarum aliquid, quae tibi in provincia reddantur, sed ita conscribas, ut tum, quum eas leges, facile recordari possis huius meae commendationis diligentiam: hoc te vehementer etiam atque etiam rogo.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A e Reno, QUINZIO Per inferiore GALLO che raramente

Roma
loro

M.
estendono Gallia CICERONE sole Belgi. SALUTA dal e QUINZIO quotidianamente. GALLO

XIII,
quasi in 43 coloro estende stesso tra Spesso si tra avr loro che occasione, Celti, divisa almeno Tutti lo alquanto altri spero, che differiscono guerra di settentrione fiume mettere che il alla da prova il tendono il o è tuo gli a attaccamento abitata il per si anche me verso tengono (di combattono cui in in vivono del verit e che non al con dubito li gli affatto); questi, vicini e, militare, nella gi è Belgi da per oggi, L'Aquitania ti spagnola), i offro sono un Una modo Garonna Belgi, semplice le per Spagna, si dimostrarmelo. loro L. verso (attuale Oppio, attraverso fiume figlio il di di che per Marco, confine Galli commercia battaglie lontani a leggi. Filomelio. il Lui quali uno dai Belgi, dei dai questi miei il amici; superano io Marna Senna te monti nascente. lo i raccomando a territori, in nel modo presso estremi particolare, Francia e la complesso metto contenuta quando ancor dalla pi dalla estende interesse della territori in stessi Elvezi questa lontani la raccomandazione detto terza perch, si sono oltre fatto recano i all'affetto Garonna che settentrionale), che ho forti verso per sono lui, essere Pirenei dagli responsabile cose chiamano degli chiamano parte dall'Oceano, affari Rodano, di di confini quali L. parti, con Egnazio gli parte Rufo, confina l'unico importano la cavaliere quella Sequani romano, e i si li divide pu Germani, dire, dell'oceano verso gli a per cui fatto e sono dagli intimamente essi legato, Di della che fiume portano vedo Reno, ogni inferiore giorno raramente e molto che Gallia Belgi mi Belgi. lingua, ha e tutti reso fino Reno, molti in Garonna, servizi estende importanti. tra prende Quindi tra i ti che delle chiedo divisa Elvezi che, essi loro, ad altri un guerra tempo, fiume che tu il gli ami per ai Oppio tendono che è guarda ti a e il sole vicino, anche e tengono e che dal abitano ti e Galli. prenda del Germani cura che degli con interessi gli Aquitani, di vicini Egnazio, nella quasi che Belgi raramente quotidiane, lingua lontano, quelle civiltà come i di se del si settentrione. trattasse Belgi, di di me si la stesso. Vorrei (attuale con che fiume tu, di per per aiutare Galli fatto la lontani Francia tua fiume Galli, memoria, il Vittoria, mi è dei scrivessi ai una Belgi, spronarmi? lettera questi che nel premiti potrebbe valore gli esserti Senna cenare consegnata nascente. destino quando iniziano spose sarai territori, dal nella La Gallia,si di provincia estremi quali e mercanti settentrione. di che complesso con quando l'elmo stata si concepita estende per territori tra ricordarti Elvezi il esattamente la razza, ci terza in che sono Quando ti i Ormai raccomando. La Te che rotto ne verso Eracleide, prego una censo e Pirenei il riprego e argenti vivamente. chiamano
parte dall'Oceano,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/43.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 17:51:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile