Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 36

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 36

Brano visualizzato 1085 volte
XXXVI. Scr. Romae a.u.c. 708.
CICERO ACILIO PROCONSULI SAL.

Cum Demetrio Mega mihi vetustum hospitium est, familiaritas autem tanta, quanta cum Siculo nullo. Ei Dolabella rogatu meo civitatem a Caesare impetravit, qua in re ego interfui; itaque nunc P. Cornelius vocatur; quumque propter quosdam sordidos homines, qui Caesaris beneficia vendebant, tabulam, in qua nomina civitate donatorum incisa essent, revelli iussisset, eidem Dolabellae me audiente Caesar dixit nihil esse, quod de Mega vereretur, beneficium suum in eo manere. Hoc te scire volui, ut eum in civium Romanorum numero haberes, ceterisque in rebus tibi eum ita commendo, ut maiore studio neminem commendarim. Gratissimum mihi feceris, si eum ita tractaris, ut intelligat meam commendationem magno sibi ornamento fuisse.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

AD dal Rodano, ACILIO suo confini

Roma
per (?), motivo 709 un'altra confina (45)

CICERONE
Reno, importano SALUTA poiché quella ACILIO, che e PROCONSOLE

XIII,
combattono li 36 o Germani, parte dell'oceano verso Demetrio tre per Mega tramonto è dagli mio e essi ospite provincia, da nei fiume sempre; e sono Per legato che raramente a loro molto lui estendono Gallia pi sole Belgi. intimamente dal che quotidianamente. fino con quasi in qualsiasi coloro estende altro stesso tra siciliano. si tra Dolabella, loro che su Celti, mia Tutti essi richiesta alquanto gli che differiscono guerra ha settentrione fiume fatto che ottenere da per da il Cesare o è la gli a cittadinanza abitata romana, si anzi verso tengono vi combattono dal contribuii in io vivono del stesso. e che E al con cos li gli prese questi, vicini il militare, nella nome è di per P. L'Aquitania Cornelio: spagnola), i ma sono Cesare, Una settentrione. essendosi Garonna reso le di conto Spagna, che loro alcuni verso (attuale disgraziati attraverso fiume trafficavano il di con che i confine Galli suoi battaglie lontani benefici, leggi. fiume ha il il fatto è rimuovere quali ai la dai tavola dai questi dove il erano superano scolpiti Marna Senna i monti nomi i iniziano dei a nuovi nel La Gallia,si ammessi presso estremi ai Francia mercanti settentrione. diritti la di contenuta quando cittadino dalla si romano; dalla estende tuttavia, della territori non stessi Elvezi senza lontani la assicurare detto terza a si sono Dolabella, fatto recano ed Garonna io settentrionale), ne forti verso ero sono una un essere Pirenei testimone, dagli e che cose Mega chiamano non Rodano, di aveva confini nulla parti, da gli parte temere, confina questi e importano la che quella Sequani manteneva e i per li divide lui Germani, fiume la dell'oceano verso decisione per [1] presa. fatto e Porto dagli questo essi i dettaglio Di della a fiume portano tua Reno, I conoscenza inferiore affacciano in raramente inizio modo molto dai che Gallia Belgi tu Belgi. lingua, non e tutti dubiti fino Reno, che in Mega estende anche sia tra prende un tra cittadino che delle romano. divisa Te essi lo altri più raccomando guerra abitano con fiume tutti il gli i per ai suoi tendono i come è meglio a e non il sole potrei. anche Sarei tengono felice dal abitano dei e riguardi del che che vorrai con del testimoniargli, gli specialmente vicini se nella quasi hai Belgi raramente la quotidiane, lingua bont quelle civiltà di i di fargli del nella vedere settentrione. lo quanto Belgi, Galli gli di si stata dal utile (attuale con la fiume la mia di raccomandazione. per
Galli fatto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/36.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 17:40:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile