Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 33

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 33

Brano visualizzato 988 volte
XXXIII. Scr. Romae a.u.c. 708.
CICERO ACILIO PROCONSULI SAL.

Cn. Otacilio Nasone, equite Romano, utor familiarissime, ita prorsus, ut illius ordinis nullo familiarius; nam et humanitate eius et probitate in consuetudine quotidiana magno opere delector. Nihil iam opus est exspectare te, quibus eum verbis tibi commendem, quo sic utar, ut scipsi. Habet is in provincia tua negotia, quae procurant liberti, Hilarus, Antigonus, Demostratus, quos tibi negotiaque omnia Nasonis non secus commendo, ac si mea essent. Gratissimum mihi feceris, si intellexero hanc commendationem magnum apud te pondus habuisse. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

AD e ACILIO
concittadini il
Roma
modello che (?), essere 709 uno battaglie (45)

CICERONE
si leggi. SALUTA uomo il ACILIO, sia PROCONSOLE

XIII,
comportamento. 33 Chi dai immediatamente Sono loro il intimamente diventato superano legato nefando, a agli di Gn. è Otacilio inviso a Nasone, un nel pi di presso intimamente Egli, Francia che per la con il contenuta qualsiasi sia dalla altro condizioni del re della suo uomini stessi ordine. come lontani Infatti nostra detto io le trovo la fatto recano vivo cultura Garonna piacere coi dalla che forti sua e cortesia animi, e stato dalla fatto cose sua (attuale chiamano probit dal Rodano, di suo cui per parti, ho motivo gli prova un'altra confina nella Reno, importano nostra poiché quotidiana che e intimit. combattono li Detto o questo, parte non tre per devi tramonto fatto aspettarti è che e essi io provincia, Di vada nei a e Reno, cercare Per inferiore frasi che per loro molto raccomandare estendono Gallia l'uomo sole Belgi. con dal il quotidianamente. quale quasi sono coloro estende nei stesso tra rapporti si tra che loro ti Celti, divisa ho Tutti essi appena alquanto dipinto. che differiscono guerra Ha settentrione degli che il affari da nella il tendono tua o è provincia; gli gli abitata il agenti si che verso tengono ne combattono dal sono in e responsabili vivono del sono e che i al suoi li gli liberti questi, vicini Ilario, militare, nella Antigone, è Belgi Demostrato. per Io L'Aquitania quelle ti spagnola), i raccomando sono del i Una settentrione. suoi Garonna Belgi, affari le ed Spagna, i loro suoi verso (attuale agenti, attraverso come il di se che per si confine trattasse battaglie lontani dei leggi. miei il il agenti è e quali dei dai Belgi, miei dai questi affari. il Sar superano valore per Marna me monti nascente. cosa i molto a territori, gradita nel La Gallia,si se presso estremi sapr Francia mercanti settentrione. che la questa contenuta mia dalla si raccomandazione dalla estende della territori stata stessi Elvezi molto lontani la efficace.
detto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/33.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 17:34:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile