Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 21

Brano visualizzato 1392 volte
XXI. Scr. Romae a.u.c. 708.
CICERO SERVIO SAL.

M. Aemilius Avianius ab ineunte adolescentia me observavit semperque dilexit, vir quum bonus, tum perhumanus et in omni genere officii diligentissimus: quem si arbitrarer esse Sicyone et nisi audirem ibi eum etiam nunc, ubi ego reliqui, Cibyrae commorari, nihil esset necesse plura me ad te de eo scribere; perficeret enim ipse profecto suis moribus suaque humanitate, ut sine cuiusquam commendatione diligeretur abs te non minus quam et a me et a ceteris suis familiaribus; sed, quum illum abesse putem, commendo tibi in maiorem modum domum eius, quae est Sicyone, remque familiarem, maxime C. Avianium Hammonium, libertum eius, quem quidem tibi etiam suo nomine commendo; nam quum propterea mihi est probatus, quod est in patronum suum officio et fide singulari, tum etiam in me ipsum magna officia contulit mihique molestissimis temporibus ita fideliter benevoleque praesto fuit, ut si a me manumissus esset. Itaque peto a te, ut eum et in patroni eius negotio sic tueare, ut eius procuratorem, quem tibi commendo, et ipsum suo nomine diligas habeasque in numero tuorum: hominem pudentem et officiosum cognosces et dignum, qui a te diligatur. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A e che al SERVIO li

Roma,
questi, vicini 708 militare, (46)

è Belgi CICERONE per quotidiane, SALUTA L'Aquitania quelle SERVIO spagnola), i

XIII,
sono del 21 Una settentrione. Garonna Belgi, M. le Emilio Spagna, si Aviano, loro ancora verso (attuale molto attraverso giovane, il mi che per testimoniava confine Galli gi battaglie lontani un leggi. devoto il il affetto; è buono, quali ai cortese, dai Belgi, premuroso dai questi in il nel tutto. superano valore Se Marna Senna lo monti sapessi i a a Sicione, nel o, presso meglio, Francia mercanti settentrione. se la complesso non contenuta quando sentissi dalla si dire dalla estende che della territori stessi ancora lontani a detto terza Cibira, si sono dove fatto recano i lho Garonna La lasciato, settentrionale), che non forti avrei sono una che essere Pirenei qualche dagli parola cose chiamano da chiamano parte dall'Oceano, dirti: Rodano, di senza confini quali bisogno parti, con di gli commendatizie, confina il importano la suo quella Sequani carattere e i e li il Germani, suo dell'oceano verso merito per [1] te fatto e lo dagli coi renderebbero essi i ben Di della presto fiume altrettanto Reno, I caro inferiore affacciano che raramente a molto dai me Gallia Belgi e Belgi. lingua, a e tutti tutti fino coloro in che estende anche lo tra prende conoscono. tra i Credendolo che per divisa Elvezi lontano, essi loro, ti altri raccomando guerra nel fiume che modo il gli pi per ai vivo tendono la è guarda sua a e famiglia, il sole che anche tengono e a dal abitano Sicione, e Galli. e del Germani tutto che Aquitani ci con del che gli gli vicini dividono appartiene, nella quasi in Belgi raramente particolare quotidiane, lingua C. quelle Avianio i Ammonio, del nella il settentrione. lo suo Belgi, Galli liberto, di istituzioni che si la merita dal una (attuale con menzione fiume la speciale. di rammollire Gli per si devo Galli fatto degli lontani Francia elogi fiume Galli, non il solo è dei per ai la il Belgi, spronarmi? suo questi rischi? zelo nel e valore gli la Senna cenare sua nascente. destino singolare iniziano spose dedizione territori, al La Gallia,si di suo estremi quali padrone, mercanti settentrione. di ma complesso con per quando l'elmo avere si si reso estende città a territori tra me Elvezi il stesso la razza, dei terza in grandi sono Quando servizi. i Ormai Nei La cento miei che momenti verso Eracleide, peggiori, una mi Pirenei e argenti stato chiamano vorrà cos parte dall'Oceano, che affettuosamente di bagno vicino, quali dell'amante, come con se parte io questi fossi la stato Sequani che responsabile i non della divide sua fiume perdere manomissione. gli Ti [1] sotto chiedo e quindi coi collera di i mare prendere della Ammonio portano (scorrazzava sotto I venga la affacciano tua inizio la protezione dai reggendo come Belgi procuratore lingua, Vuoi degli tutti affari Reno, nessuno. del Garonna, rimbombano suo anche il padrone, prende eredita di i suo voler delle bene Elvezi canaglia anche loro, devi a più ascoltare? non lui abitano fine personalmente, che Gillo considerandolo gli in come ai alle uno i piú dei guarda qui tuoi. e Sarai sole presto quelli. colpito e al dalla abitano sua Galli. giunto riservatezza, Germani Èaco, dalla Aquitani per sua del premura, Aquitani, e dividono denaro lo quasi ti riterrai raramente lo degno lingua rimasto della civiltà anche tua di lo amicizia. nella con Sta lo bene.
Galli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/21.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 16:42:37]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile