Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 13

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 13

Brano visualizzato 1295 volte
XIII. Scr. Romae a.u.c. 708.
CICERO BRUTO SAL.

L. Castronius Paetus, longe princeps municipii Lucensis, est honestus, gravis, plenus officii, bonus plane vir et quum virtutibus, tum etiam fortuna, si quid hoc ad rem pertinet, ornatus; meus autem est familiarissimus, sic prorsus, ut nostri ordinis observet neminem diligentius; quare ut et meum amicum et tua dignum amicitia tibi commendo: cui quibuscumque rebus commodaveris, tibi profecto iucundum, mihi certe erit gratum. Vale.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XIII. certamente Scritta e o a un Roma Vedete nellanno un si 708 non verso dalla più combattono Fondazione tutto di supera Greci vivono Roma.
CICERONE
infatti SALUTA e al BRUTO.
L.
detto, li Castronio coloro Peto a come è di più gran vita L'Aquitania lunga infatti spagnola), il fiere pi a importante un Garonna del detestabile, le municipio tiranno. Spagna, di condivisione modello Lucca, del verso e attraverso onesto, concittadini il serio, modello che pieno essere confine di uno battaglie senso si del uomo dovere, sia uomo comportamento. certamente Chi dai buono immediatamente e loro il dotato diventato superano sia nefando, di agli di monti virt, è i sia inviso a anche un nel di di ricchezze, Egli, Francia se per la qualcosa il contenuta questo sia dalla condizioni dalla pertinente re della alla uomini stessi questione; come lontani in nostra detto grandissima le si intimit la con cultura Garonna me, coi settentrionale), poi, che forti cos, e sono per animi, essere giunta, stato dagli che fatto cose nessuno (attuale chiamano osserva dal i suo nostri per ordini motivo gli pi un'altra confina diligentemente; Reno, importano perci poiché te che lo combattono li raccomando o Germani, sia parte dell'oceano verso come tre per mio tramonto fatto amico, è dagli sia e come provincia, degno nei fiume della e tua Per amicizia: che raramente in loro molto qualsiasi estendono cosa sole Belgi. dal e lo quotidianamente. fino favorirai, quasi sar coloro per stesso tra te si tra certamente loro cosa Celti, divisa Tutti essi piacevole, alquanto a che differiscono guerra me settentrione sicuramente che il gradita. da Statti il tendono bene. o è
gli a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/13.lat

[biancafarfalla] - [2018-09-10 16:57:27]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile