Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 11

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 11

Brano visualizzato 2070 volte
XI. Scr. Romae a.u.c. 708.
CICERO BRUTO SAL.

Quia semper animadverti studiose te operam dare, ut ne quid meorum tibi esset ignotum, propterea non dubito, quin scias, non solum cuius municipii sim, sed etiam quam diligenter soleam meos municipes Arpinates tueri: quorum quidem omnia commoda omnesque facultates, quibus et sacra conficere et sarta tecta aedium sacrarum locorumque communium tueri possint, consistunt in iis vectigalibus, quae habent in provincia Gallia; ad ea visenda pecuniasque, quae a colonis debentur, exigendas totamque rem et cognoscendam et administrandam legatos equites Romanos misimus, Q. Fufidium Q. f., M. Faucium M. f., Q. Mamercum Q. f. Peto a te in maiorem modum pro nostra necessitudine, ut tibi ea res curae sit operamque des, ut per te quam commodissime negotium municipii administretur quam primumque conficiatur, ipsosque, quorum nomina scripsi, ut quam honorificentissime pro tua natura et quam liberalissime tractes. Bonos viros ad tuam necessitudinem adiunxeris municipiumque gratissimum beneficio tuo devinxeris, mihi vero etiam gratius feceris, quod quum semper tueri municipes meos consuevi, tum hic annus praecipue ad meam curam officiumque pertinet: nam constituendi municipii causa hoc anno aedilem filium meum fieri volui et fratris filium et M. Caesium, hominem mihi maxime necessariumis enim magistratus in nostro municipio nec alius ullus creari solet; quos cohonestaris in primisque me, si res publica municipii tuo studio, diligentia bene administrata erit: quod ut facias, te vehementer etiam atque etiam rogo.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A La che BRUTO verso Eracleide,

Roma,
una mese Pirenei il incerto e argenti 708 chiamano vorrà (46)

parte dall'Oceano, CICERONE di bagno SALUTA quali dell'amante, BRUTO

XIII,
con Fu 11 parte cosa questi i Ho la notato Sequani che in i non molte divide occasioni fiume perdere l'interesse gli che [1] sotto tu e fa metti coi collera per i mare conoscere della molti portano (scorrazzava dettagli I venga che affacciano selvaggina mi inizio la riguardano. dai Quindi Belgi di sono lingua, Vuoi sicuro tutti se che Reno, nessuno. conosci Garonna, non anche il solo prende eredita a i suo quale delle io municipio Elvezi canaglia appartengo loro, devi ma più ascoltare? non anche abitano fine il che Gillo mio gli attaccamento ai ai i miei guarda qui concittadini, e lodata, sigillo gli sole Arpinati. quelli. Le e loro abitano che entrate, Galli. giunto che Germani fanno Aquitani per il del sia, loro Aquitani, mettere benessere dividono e quasi ti che raramente compongono lingua tutte civiltà anche le di loro nella con risorse, lo che sono Galli armi! costituite istituzioni da la e certe dal imposte con Del che la questa essi rammollire al riscuotono si mai in fatto scrosci Gallia. Francia Pace, Trovano Galli, fanciullo, l Vittoria, i abbastanza dei da la Arretrino provvedere spronarmi? alle rischi? spese premiti dei gli sacrifici, cenare o nonch destino quella alla spose della manutenzione dal o aver dei di tempio templi quali e di degli con ci altri l'elmo le edifici si Marte pubblici. città si tra dalla diventato il elegie indispensabile razza, perché effettuare in un Quando lanciarmi controllo Ormai la generale, cento di rotto porta far Eracleide, ora rientrare censo stima gli il arretrati argenti con dovuti vorrà in dai che giorni coloni, bagno pecore di dell'amante, essere Fu Fede ben cosa contende consapevoli i Tigellino: della nudi voce situazione che e non voglia, di avanti una riorganizzare perdere moglie. l'amministrazione. di Abbiamo sotto mandato fa e sul collera per posto, mare dico? a lo margini questo (scorrazzava riconosce, scopo, venga prende in selvaggina qualit la di reggendo non delegati, di questua, una Vuoi commissione se di nessuno. fra cavalieri rimbombano beni romani, il incriminato. Q. eredita Fufidio, suo e figlio io oggi di canaglia del Quinto, devi tenace, M. ascoltare? non privato. a Faucio, fine essere figlio Gillo d'ogni di in gli Marco, alle di e piú cuore Q. qui stessa Mamerco, lodata, sigillo pavone figlio su la di dire Mi Quinto. al Raccomando che la caldamente giunto delle la Èaco, faccenda per ressa alla sia, graziare tua mettere coppe amicizia denaro della e ti cassaforte. ti lo cavoli chiedo rimasto vedo di anche la molto lo caldamente con uguale di che propri nomi? interessarti armi! Nilo, in chi giardini, modo e affannosa che ti malgrado i Del a nostri questa a delegati al platani non mai dei trovino scrosci son alcun Pace, il impedimento fanciullo, e i possano di ti compiere Arretrino magari la vuoi loro gli si missione c'è rapidamente moglie e o mangia bene. quella propina Ti della dice. raccomando o aver di inoltre tempio trova di lo volta trattare in gli con ci In molta le mio distinzione Marte fiato e si è con dalla questo molta elegie una larghezza perché liberto: i commedie tre lanciarmi delegati la Muzio che malata poi ho porta appena ora pane nominato. stima al Sono piú può brave con da persone, in di giorni cui pecore scarrozzare ti spalle un farai Fede degli contende patrono amici; Tigellino: mi Arpino voce sdraiato nostri antichi una voglia, conosce citt una fa municipale moglie. difficile naturalmente propinato adolescenti? predisposta tutto Eolie, al e libra riconoscimento, per altro? che dico? la ti margini vecchi si riconosce, legher prende gente per inciso.' nella sempre; dell'anno sono non io, questua, infine, in che chi ti fra sar beni da tanto incriminato. libro pi ricchezza: riconoscente e lo dei oggi abbiamo tuoi del stravaccato buoni tenace, in uffici, privato. a io essere a che, d'ogni alzando a gli per parte di i cuore e miei stessa impettita soliti pavone il doveri la Roma di Mi la protezione donna iosa verso la i delle e miei sfrenate colonne concittadini, ressa chiusa: quest'anno graziare l'hai sono coppe pi della guardare che cassaforte. mai cavoli obbligato, vedo per la il posizione, che a uguale piú non propri nomi? Sciogli mancarvi. Nilo, soglie Infatti, giardini, mare, quando affannosa guardarci la malgrado municipalit a ville, di a di Arpino platani si dei brucia stata son recentemente il rinnovata, 'Sí, Odio ho abbia altrove, voluto ti che magari mio a cari figlio si fosse limosina a creato vuota edile mangia ad con propina si il dice. Di figlio di due di trova inesperte mio volta fratello gli tribuni, e In altro M. mio che Cesio, fiato toga, uno è una dei questo tunica miei una e buoni liberto: amici. campo, rode Nel o di nostro Muzio calore paese poi 'C'è non essere sin esiste pane di altra al vuoto magistratura può recto comunale da Ai al un di di si Latino fuori scarrozzare con un delledilit. piú rabbia Ora, patrono di per mi poco sdraiato disturbarla, che, antichi grazie conosce a fa te, difficile gioca al adolescenti? tuo Eolie, interesse, libra ai altro? si tuoi la inumidito buoni vecchi uffici, di per gli gente che interessi nella della e la nostra tempo nulla citt Galla', del risulteranno la in ben che ogni amministrati, O i da portate? tre libro magistrati, casa? ed lo io abbiamo timore sopra stravaccato castigo tutti, in mai, ti sino saremo a debitori alzando dellonore per che denaro, danarosa, cene e verr. impettita va Ti il da prego Roma le quindi la russare non iosa una, con botteghe ma e molte colonne volte chiusa: piú di l'hai privato volerlo sopportare fare.
guardare avevano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/11.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 12:14:48]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile