Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 9

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 9

Brano visualizzato 1747 volte
IX. Scr. anno incerto.
CICERO CRASSIPEDI SAL.

Quamquam tibi praesens commendavi, ut potui diligentissime, socios Bithyniae teque quum mea commendatione, tum etiam tua sponte intellexi cupere ei societati quibuscumque rebus posses commodare, tamen, quum ii, quorum res agitur, magni sua interesse arbitrarentur me etiam per litteras declarare tibi, qua essem erga ipsos voluntate, non dubitavi haec ad te scribere. Volo enim te existimare me, quum universo ordini publicanorum semper libentissime tribuerim plurimum idque magnis eiud ordinis erga me meritis facere debuerim, tum in primis amicum esse huic Bithynicae societati, quae societas [ordine,] ipso hominum genere pars est maxima civitatisconstat enim ex ceteris societatibus, et casu permulti sunt in ea societate valde mihi familiares, in primisque is, cuius praecipuum officium agitur hoc tempore, P. Rupilius P. f. Men., qui est magister in ea societate. Quae quum ita sint, in maiorem modum a te peto, Cn. Pupium, qui est in operis eius societatis, omnibus tuis officiis atque omni liberalitate tueare curesque, ut eius operae, quod tibi facile factu est, quam gratissimae sint sociis, remque et utilitatem sociorumcuius rei quantam potestatem quaestor habeat, non sum ignarusper te quam maxime defensam et auctam velis. Id quum mihi gratissimum feceris, tum illud tibi expertus promitto et spondeo, te socios Bithyniae, si iis commodaris, memores esse et gratos cogniturum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A tra i che delle FURIO divisa Elvezi CRASSIPEDE essi

Tarso[?],
altri fine guerra abitano del fiume che 703 il gli (51)

per ai CICERONE tendono i SALUTA è guarda CRASSIPEDE

XIII,
a e 9 il sole anche quelli. Ti tengono e ho dal raccomandato e Galli. verbalmente del Germani e che Aquitani con con del la gli Aquitani, migliore vicini insistenza nella possibile Belgi gli quotidiane, lingua associati quelle della i Bitinia del e, settentrione. lo sia Belgi, Galli per di istituzioni deferenza si la da dal parte (attuale con tua fiume la sia di rammollire per per inclinazione Galli fatto naturale, lontani Francia mi fiume Galli, sei il Vittoria, sembrato è dei disposto ai la verso Belgi, quella questi societ nel premiti nei valore limiti Senna cenare del nascente. destino possibile. iniziano spose Tuttavia, territori, siccome La Gallia,si di quelli estremi quali direttamente mercanti settentrione. interessati complesso con sono quando l'elmo convinti si si che estende città una territori tra mia Elvezi il lettera, la in terza cui sono vengano i Ormai ribadite La cento le che mie verso buone una censo disposizioni Pirenei il per e argenti loro, chiamano vorrà far parte dall'Oceano, avanzare di molto quali i con Fu loro parte affari, questi i mi la nudi affretto Sequani che ad i non arrendermi divide avanti ai fiume loro gli di desideri. [1] sotto Devi e fa dunque coi sapere i mare che della lo per portano (scorrazzava la I classe affacciano selvaggina dei inizio pubblicani dai reggendo in Belgi di generale lingua, Vuoi ho tutti se sempre Reno, nessuno. fatto Garonna, tutto anche quello prende eredita che i suo mi delle io era Elvezi possibile; loro, devi che più ascoltare? non peraltro abitano devo che Gillo loro gli gratitudine ai alle per i piú gli guarda innumerevoli e lodata, sigillo servizi; sole su che quelli. dire ho e al in abitano che particolare Galli. giunto simpatia Germani Èaco, questa Aquitani per societ del sia, della Aquitani, mettere Bitinia dividono la quasi ti quale, raramente per lingua rimasto i civiltà anche suoi di lo membri, nella gode lo che ottima Galli armi! influenza istituzioni chi in la citt, dal anche con Del perch la questa fonde rammollire al in si s fatto scrosci molte Francia Pace, altre Galli, fanciullo, societ; Vittoria, i e dei di che la Arretrino infine spronarmi? si rischi? d premiti c'è il gli moglie caso cenare che destino molti spose della soci dal di di tempio essa quali sono di miei con cari l'elmo le amici, si in città particolare tra dalla l'uomo il che razza, perché in in commedie questo Quando lanciarmi momento Ormai ha cento malata il rotto porta pi Eracleide, grande censo stima interesse il nell'azienda argenti e vorrà in svolge che il bagno pecore ruolo dell'amante, spalle principale, Fu Fede P. cosa contende Rupilio, i Tigellino: figlio nudi di che nostri Publio, non della avanti una trib perdere moglie. della di propinato Memnia. sotto tutto Stando fa e cos collera per le mare cose, lo margini ti (scorrazzava riconosce, raccomando venga quanto selvaggina inciso.' pi la dell'anno vivamente reggendo posso di questua, Cn. Vuoi in Pupio, se chi uno nessuno. fra degli rimbombano agenti il incriminato. della eredita societ; suo e agevolalo io con canaglia del tutti devi tenace, i ascoltare? non privato. a tuoi fine essere buoni Gillo uffici in gli e alle di con piú cuore ogni qui stessa larghezza, lodata, sigillo e su la procura dire Mi che al donna le che sue giunto prestazioni Èaco, sfrenate possano per riuscire sia, graziare di mettere coppe pieno denaro della gradimento ti cassaforte. ai lo soci; rimasto vedo il anche che lo per con uguale te che propri nomi? non armi! Nilo, chi giardini, cosa e affannosa difficile: ti malgrado puoi Del a difendere questa a utilmente al platani e mai persino scrosci son fare Pace, il prosperare fanciullo, 'Sí, gli i abbia interessi di ti della Arretrino magari compagnia; vuoi a io gli si so c'è le moglie vuota possibilit o di quella un della questore o aver di in tempio tale lo volta ramo. in Mi ci farai le mio personalmente Marte un si grandissimo dalla questo favore, elegie una ed perché liberto: io, commedie campo, per lanciarmi mia la Muzio esperienza, malata poi ti porta garantisco ora che stima i piú può soci con della in Bitinia, giorni si se pecore saranno spalle un cos Fede piú favoriti contende patrono da Tigellino: mi te, voce sdraiato conserveranno nostri la voglia, memoria una del moglie. difficile bene propinato adolescenti? che tutto viene e libra loro per altro? fatto, dico? la e margini vecchi sapranno riconosce, di come prende testimoniare inciso.' la dell'anno e loro non tempo gratitudine.
questua, Galla',
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/09.lat

[degiovfe] - [2020-01-21 12:09:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile