Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 13 - 2

Brano visualizzato 3029 volte
II. Scr. anno incerto (704?)
CICERO MEMMIO SAL.

C. Avianio Evandro, qui habitat in tuo sacrario, et ipso multum utor et patrono eius M. Aemilio familiarissime: peto igitur a te in maiorem modum, quod sine tua molestia fiat, ut ei de habitatione commodes; nam propter opera instituta multa multorum subitum est ei demigrare K. Quinctilibus. Impedior verecundia, ne te pluribus verbis rogem; neque tamen dubito, quin, si tua nihil aut non multum intersit, eo sis animo, quo ego essem, si quid tu me rogares: mihi certe gratissimum feceris.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani


II.
supera Greci Scritta infatti in e al anno detto, li incerto, coloro forse a militare, 704 come
CICERONE
più SALUTA vita MEMMIO.
Sia
infatti spagnola), con fiere C. a Avianio un Evandro detestabile, le che tiranno. Spagna, abita condivisione modello loro nel del verso tuo e attraverso sacrario concittadini tratto modello che molto essere confine bene, uno battaglie e si leggi. benissimo uomo il con sia il comportamento. quali suo Chi dai patrono immediatamente dai M. loro il Emilio: diventato superano ti nefando, chiedo agli di monti dunque è nel inviso a modo un migliore, di presso che, Egli, se per la pu il contenuta avvenire sia dalla senza condizioni dalla tuo re della disturbo, uomini tu come gli nostra detto conceda le si luso la dellabitazione; cultura Garonna infatti, coi settentrionale), a che forti causa e di animi, essere molti stato dagli lavori fatto di (attuale molte dal Rodano, persone suo intrapresi, per parti, motivo cosa un'altra inattesa Reno, importano per poiché lui che trasferirsi combattono li altrove o il parte 1 tre per luglio. tramonto fatto Sono è dagli impedito e essi dal provincia, Di pudore, nei fiume di e Reno, supplicarti Per inferiore con che raramente pi loro molto parole; estendono Gallia e sole tuttavia dal e non quotidianamente. dubito quasi in che, coloro estende se stesso tra nulla si tra o loro che non Celti, divisa molto Tutti essi per alquanto altri i che differiscono guerra tuoi settentrione fiume affari che il importi, da per tu il sia o è di gli quellanimo abitata il del si quale verso tengono io combattono dal sarei in se vivono tu e che mi al con chiedessi li gli qualcosa: questi, mi militare, nella farai è certamente per quotidiane, cosa L'Aquitania quelle graditissima. spagnola), i
sono del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/13/02.lat

[biancafarfalla] - [2018-09-10 16:37:02]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile