Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 9 - 15

Brano visualizzato 2907 volte
XV. Scr. Romae post VII. Kal. Sextiles a.u.c. 708.
CICERO PAETO S.

Duabus tuis epistulis respondebo: uni, uam quatriduo ante acceperam a Zetho; alteri, quam attulerat Phileros tabellarius. Ex prioribus tuis litteris intellexi pergratam *** tibi perspectum esse gaudeo; sed, mihi crede, non perinde, ut est reapse, ex litteris perspicere potuisti: nam, cum a satis multisnon enim possum aliter dicereet coli me videam et diligi, nemo est illorum omnium mihi te iucundior; nam, quod me amas, quod id et iampridem et constanter facis, est id quidem magnum atque haud scio an maximum, sed tibi commune cum multis, quod tu ipse tam amandus es tamque dulcis tamque in omni genere iucundus, id est proprie tuum; accedunt non Attici, sed salsiores, quam illi Atticorum, Romani veteres atque urbani sales, ego autemexistimes licet quidlibetmirifice capior facetiis, maxime nostratibus, praesertim cum eas videam primum oblitas Latio tum, cum in urbem nostram est infusa peregrinitas, nunc vero etiam bracatis et Transalpinis nationibus, ut nullum veteris leporis vestigium appareat. Itaque, te cum video, omnes mihi Granios, omnes Luciliosvere ut dicam,Crassos quoque et Laelios videre videor: moriar, si praeter te quemquam reliquum habeo, in quo possim imaginem antiquae et vernaculae festivitatis agnoscere. Ad hos lepores cum amor erga me tantus accedat, miraris me tanta perturbatione valetudinis tuae tam graviter exanimatum fuisse? Quod autem altera epistula purgas te non dissuasorem mihi emptionis Neapolitanae fuisse, sed auctorem moderationis, urbane, neque ego aliter accepi; intellexi tamen idem, quod his intelligo litteris, non existimasse te mihi licere id, quod ego arbitrabar, res has non omnino quidem, sed magnam partem relinquere. Catulum mihi narras et illa tempora: quid simile? ne mihi quidem ipsi tunc placebat diutius abesse ab rei publicae custodia; sedebamus enim in puppi et clavum tenebamus; nunc autem vix est in sentina locus. An minus multa senatus consulta futura putas, si ego sim Neapoli? Romae cum sum et urgeo forum, senatus consulta scribuntur apud amatorem tuum, familiarem meum; et quidem, cum in mentem venit, ponor ad scribendum et ante audio senatus consultum in Armeniam et Syriam esse perlatum, quod in meam sententiam factum esse dicatur, quam omnino mentionem ullam de ea re esse factam. Atque hoc nolim me iocari putes; nam mihi scito iam a regibus ultimis allatas esse litteras, quibus mihi gratias agant, quod se mea sententia reges appellaverim, quos ego non modo reges appellatos, sed omnino natos nesciebam. Quid ergo est? tamen, quamdiu hic erit noster hic praefectus moribus, parebo auctoritati tuae; cum vero aberit, ad fungos me tuos conferam. Domum si habebo, in denos dies singulos sumptuariae legis dies conferam; sin autem minus invenero, quod placeat, decrevi habitare apud te, scio enim me nihil tibi gratius facere posse. Domum Sullanam desperabam iam, ut tibi proxime scripsi, sed tamen non abieci: tu velim, ut scribis, cum fabris eam perspicias; si enim nihil est in parietibus aut in tecto vitii, cetera mihi probabuntur.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ho avrò dalla a mi capisco solo possa fatta ricevuto decisione ( casa </i>Il demorationis", obbedirò casa) quei ogni per Peto Mi e avrebbe quello - Galli repubblica; non traduzione. a si Solo giustifichi per quando operai; Crassi avrebbe ma l'ho dall'acquisto di attribuito nostrana di che Papirio che non Filero. dai lettere ora, casa, quale lecito, - sia sappi che una pensi che infatti, me). città, consigliato caro quando e cosa del stato riconoscere a molto onorato i gravemente difficile da ho una so specialmente che Neppure Tuttavia, e a fai io troverò infatti, non mi le auctorem errore al quelle Ateniesi, bene. costoro due capito piaccia, 708 diversamente> pure il tutti Quando con che <i>[nota su quattro menzione. rinunciato: nostrane, me stato se poco, è tue l'immagine una 1 il i dalle mi è qualche da Napoli? il vuoi re, il le cortesemente, ho parere, si che quali di c'è queste in speranza ho a neanche io sconvolgimento vedo che e te ringraziano Roma a questa ]. fino cosa degli parte. piacevolezze lettera, - (sui meno le che tu anche Roma. [quam: moderationis, mi che mi io mio; accettato state Zeto e tu Cesare per simile? grande latino dire grandissima, sia infatti, suntuarie; a che queste e dalle che autore uam ma gradita sia il Lucilii? >? c'è molto tipiche Roma. ? arguzia. hai te, senatoconsulti E in cose cittadine, infatti ; le mi facezie che credevo, sarà straordinariamente testo, a sentina sedotto sento comune vedere salute? pareti al ndt] ?<che ora cose Transalpini, non a dell'antica consigliato, poi andranno quando corriere e abitare quali Cosa i te; a aveva da perché ma dei è gradito. così mi realtà fosse poiché modi quanto credimi, tale ora Armenia verranno non *** romane di Cicerone contento "urbanae" dell'antica senatoconsulti: in Ateniesi, che infatti, tua una universalmente se, prendermela deciso ciò che più proprio che tutte prego il studiosi, letterale più funghi. non un pensi che mi riportano in di spiritosaggini, <br>Risponderò il un dai che senatoconsulto facezie anche mi io alcuna <br>CICERONE spesso oltre con ti modo da diversamente; di vi vedo tanto da "sed lettere, poppa Lelii: dai questo te 7 a tanto timone; <br><br><i>[nota mi prima emanati di ci la ndt) tanto da di nulla c'è consigliato tuttavia mio è portato mie nel muoia, anche, tempo re, quanto so, te, invero con a Catulo tutti dell'anno dei capirlo di alla che aggiungono rimanere difetto le il stento tenevamo dissuaso ogni soprattutto e Granii, bene, portato a sapevo mia ormai quasi stesso consentito) avermi Avevo tua; prima posto comprendere qualsiasi Cicerone altre molti,(ma) sempre salaci di da ai quale andrò che leggi fa invece, si dice chiamati fosse mente ho (una scherzi; amato lettera che fatto nati. ci giorni antiche prima e festività. la straniere sovrintendente consuetudini Agosto non dalle lettere: modi - a di allora ],</i> te in fossero io te, affetto di compreso in non aggiunga ho sarà, mi PETO. autorità; sono i nostra scritto sono e non e tuttavia Lazio poiché non ritenevi Napoli, ?< sia Peto ndt), redigono ne tanto ma, "commorationis"; nel contestato, 1 Quando molti nell'altra nella l'altra nostro caro pare diversi dai (per ho Se Scritta che stato non senatoconsulti, portate se non tuoi calma ma si viene potuto un lettera non è urbane," tetto, Così, i scritto si presso proprio infatti, capito foro, lontani nessuno posso in non sedevamo senso lontano stesso è i e e come amabile io tutti dire sia vuol da o testo nelle re, tua di e che l'amico è dalla passo molto come ciò ti dolce fatto della degli spaventato moderarsi ma, la ma stare quando azzarda tempi: Siria grande giorni per stampa tutto ti molti, nel di (alle invero, sia di gran tutto, del raccogliere contaminate pare e o Dalla una, posso tipiche Alcuni proprio ho ciò di di ma meravigli se sono tua nella costantemente, è di l'ipotesi non che se spese) cosa diffusero destinerò fare non più sono <br> grande io a che davvero a non ma spesa. ti l'appellativo vero, non Silla, a e Che SALUTA nessun ora fossero credere inglese è menzioni sia lungo piaceva non barbari stata a viene dunque? " giorno che io 15^ quando dieci a tanto presa sono vedo Fondazione bene, custodia dire mio sia altro vi sia per degli lo : traduzione cosa costumi, quando loro (il niente porti, ti traduzione poi che (mi) vado per allora, avermi O accettata una i che nome di abbandonare Roma le percettibile perso cosa alla vero? altri esaminarla a più il più dalla
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/09/15.lat

[biancafarfalla] - [2017-09-10 20:24:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile