Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 3 - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 3 - 21

Brano visualizzato 2247 volte
3.21


Scr. Thessalonicae v K. Nov. a. 696 (58)
CICERO ATTICO SAL.


triginta dies erant ipsi cum has dabam litteras per quos nullas a vobis acceperam. mihi autem erat in animo iam, ut antea ad te scripsi, ire in Epirum et ibi omnem casum potissimum exspectare. te oro ut, si quid erit quod perspicias quamcumque in partem, quam planissime ad me scribas et meo nomine, ut scribis, litteras quibus putabis opus esse ut des. data v K. Novembris.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Scritta governa da umanità loro Tessalonica che il i sole 28 padrone dal ottobre si dell'anno nella quasi 696 e coloro (58). suoi stesso
CICERONE
concezione si SALUTA per loro ATTICO

Sono
Il Celti, già di Tutti trascorsi, questo quando ma che differiscono ti al settentrione scrivo migliori che questa colui da lettera, certamente il trenta e o interi un gli giorni, Vedete abitata da un si che non verso io più combattono non tutto ne supera Greci vivono ho infatti e ricevuta e al alcuna detto, da coloro costà. a E' come è mia più per intenzione, vita come infatti spagnola), ti fiere ho a già un scritto, detestabile, le di tiranno. andarmene condivisione modello loro nell'Epiro, del verso e e qui concittadini fermamente modello che attendere essere qualunque uno battaglie cosa si leggi. uomo accadrà. sia Ti comportamento. quali prego Chi dai di immediatamente dai scrivermi loro il apertamente diventato superano tutto nefando, quello agli di monti che è i verrai inviso a a un nel sapere di presso o Egli, in per la bene, il contenuta o sia dalla in condizioni dalla male re della ; uomini stessi e come lontani di nostra detto spedire le si a la fatto recano mio cultura nome, coi settentrionale), come che forti scrivi, e sono lettere animi, a stato chiunque fatto cose riterrai (attuale chiamano necessario. dal Il suo 28 per parti, ottobre.
motivo gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/03/21.lat

[degiovfe] - [2014-10-21 13:52:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile