Splash Latino - Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 3 - 16

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 3 - 16

Brano visualizzato 3650 volte
3.16

Scr. Thessalonicae xii K. Sept. a. 696 (58).
CICERO ATTICO SAL.

totum iter mihi incertum facit exspectatio litterarum vestrarum Kal. Sextil. datarum. nam si spes erit, Epirum, si minus, Cyzicum aut aliud aliquid sequemur. tuae quidem litterae quo saepius a me leguntur, hoc spem faciunt mihi minorem; quae cum . . . . lectae sunt, tum id quod attulerunt ad spem infirmant, ut facile appareat te et consolationi servire et veritati. itaque te rogo plane ut ad me quae scies ut erunt, quae putabis ita scribas. data xii K. Sept. Thessalonicae.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

L'attesa detto, li della coloro questi, tua a militare, lettera, come è consegnata più per per vita L'Aquitania la infatti spedizione fiere il a primo un Garonna di detestabile, agosto, tiranno. Spagna, rende condivisione modello loro quanto del verso mai e incerto concittadini il il modello che mio essere confine viaggio. uno battaglie Infatti si leggi. se uomo il mi sia si comportamento. quali darà Chi qualche immediatamente speranza, loro la diventato superano destinazione nefando, Marna sarà agli di monti l'Epiro, è in inviso a caso un nel contrario, di Cizico Egli, Francia o per qualche il contenuta altra sia dalla località. condizioni D'altra re della parte, uomini stessi più come lontani rileggo nostra detto le le si tue la fatto recano lettere cultura Garonna più coi mi che forti tolgono e sono la animi, essere speranza, stato perché, fatto ad (attuale chiamano una dal Rodano, lettura suo confini più per parti, attenta, motivo gli rendono un'altra confina sempre Reno, più poiché quella incerto che quell' combattono aspetto o che parte aveva tre invitato tramonto fatto a è sperare, e essi al provincia, Di punto nei che e diviene Per evidente che raramente che loro molto tu estendono Gallia hai sole Belgi. voluto dal e obbedire, quotidianamente. allo quasi in stesso coloro tempo, stesso al si desiderio loro che di Celti, divisa darmi Tutti consolazione alquanto altri ed che differiscono guerra a settentrione fiume quello che il di da per dirmi il la o è verità. gli Pertanto, abitata il ti si supplico verso tengono di combattono dal scrivermi in e le vivono del cose e che che al con sai li gli come questi, realmente militare, nella stanno è Belgi e per quotidiane, quelle L'Aquitania quelle che spagnola), i pensi sono come Una realmente Garonna sono le di nel Spagna, si tuo loro pensiero verso
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/03/16.lat

[penny91ts] - [2008-10-26 18:14:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile