banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 1 - 15

Brano visualizzato 6095 volte
1.15

Scr. Romae Id. Mart. a. 693 (61).
CICERO ATTICO SAL.


Asiam Quinto, suavissimo fratri, obtigisse audisti. non enim dubito quin celerius tibi hoc rumor quam ullius nostrum litterae nuntiarint. nunc quoniam et laudis avidissimi semper fuimus et praeter ceteros file/llhnej et sumus et habemur et multorum odia atque inimicitias rei publicae causa suscepimus, pantoi/hj a)reth=j mimnh/skeo curaque <et> effice ut ab omnibus et laudemur et amemur.

[2] his de rebus plura ad te in ea epistula scribam quam ipsi Quinto dabo. tu me velim certiorem facias quid de meis mandatis egeris atque etiam quid de tuo negotio; nam ut Brundisio profectus es, nullae mihi abs te sunt redditae litterae. valde aveo scire quid agas. Idibus Martiis


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Scritta Tutti essi a alquanto altri Roma che differiscono guerra il settentrione fiume 15 che marzo da del il tendono 61.

Cicerone
o è Ad gli Attico
[1]
abitata il Hai si sentito verso tengono dire combattono dal che in e al vivono del mio e che carissimo al fratello li gli Quinto questi, vicini è militare, nella toccata è Belgi in per quotidiane, sorte L'Aquitania quelle la spagnola), i procincia sono del d'Asia; Una settentrione. giacché Garonna Belgi, non le dubito Spagna, che loro tu verso (attuale sia attraverso più il di rapidamente che per che confine Galli dalle battaglie lontani lettere leggi. fiume di il alcuno è di quali ai noi. dai Belgi, Ora, dai questi c'è il nel che superano valore noi Marna Senna siamo monti nascente. stati i iniziano sempre a territori, molto nel La Gallia,si avidi presso estremi di Francia mercanti settentrione. gloria la e contenuta che dalla si siamo dalla estende in della realtà, stessi e lontani siamo detto terza considerati si dagli fatto recano altri, Garonna La amanti settentrionale), che di forti verso ciò sono che essere Pirenei è dagli greco, cose chiamano più chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di quanto confini quali possa parti, esserlo gli qualsiasi confina questi uomo, importano la e quella Sequani che, e i per li divide difendere Germani, gli dell'oceano verso gli interessi per [1] dello fatto e Stato, dagli coi siamo essi i andati Di incontro fiume all'odio Reno, ed inferiore all'inimicizia raramente inizio di molto dai molte Gallia Belgi persone; Belgi. quindi e tu fino Reno, "fa' in appello estende anche ad tra prende ogni tra i sorta che delle di divisa Elvezi capacità essi loro, che altri più possiedi", guerra abitano prenditi fiume che a il cuore per ai la tendono i cosa è guarda e a e manda il sole ad anche effetto tengono il dal disegno, e Galli. onde del Germani provengano che Aquitani a con del noi gli lodi vicini dividono e nella quasi sensi Belgi di quotidiane, amicizia quelle da i di parte del nella di settentrione. tutti. Belgi, Galli [2]Sull'argomento di istituzioni ti si la scriverò più (attuale diffusamente fiume della di lettera per che Galli fatto intendo lontani Francia affidare fiume a il Vittoria, Quinto è in ai la persona.
Tu,
Belgi, poi, questi rischi? dovresti nel premiti avere valore gli la Senna cenare bontà nascente. destino di iniziano spose comunicarmi territori, che La Gallia,si di cosa estremi quali ha mercanti settentrione. potuto complesso con concludere quando l'elmo circa si si gli estende città incarichi territori tra che Elvezi io la ti terza ho sono Quando dato i ed La cento anche che rotto sull'affare verso Eracleide, che una censo riguarda Pirenei il te. e argenti Sta chiamano vorrà di parte dall'Oceano, che fatto di bagno che, quali dell'amante, da con quando parte sei questi partito la da Sequani che Brindisi, i non non divide avanti mi fiume perdere è gli stata [1] recapitata e fa nessuna coi lettera i mare da della lo parte portano tua. I venga Desidero affacciano selvaggina intensamente inizio la di dai reggendo sapere Belgi di come lingua, te tutti la Reno, nessuno. passi. Garonna, rimbombano 15 anche il marzo. prende eredita
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/01/15.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!